Dermatomeri: cosa sono e il legame con l’ernia

Cosa sono i dermatomeri, quale funzione hanno e quale legame possono avere con una patologia come l’ernia.

dermatomeri

I dermatomeri rappresentano quell’area della cute che viene innervata da una sola radice nervosa. Quindi, i corpi che caratterizzano le cellule sensitive si trovano esattamente nei gangli delle radici posteriori dei nervi. Le radici nervose presentano una notevole ed uniforme distribuzione in tutto il corpo sempre in associazione con il segmento midollare a cui fanno riferimento. I territori della radice che si trovano fianco a fianco spesso diventano sovrapposti. Per questo motivo, la disfunzione di una radice è in grado di provocare ipoestesia (ovvero una minor sensibilità di quella parte del corpo), ma mai anestesia (ovvero mancanza totale di sensibilità in quella determinata zona) in quella particolare regione che è stata innervata per la maggior parte da quello specifico dermatomero. L’anestesia di un dermatomero porta a pensare che vi siano dei danni a come minimo tre radici posteriori: in poche parole, vengono coinvolte la radice posteriore che si trova in mezzo, ma anche quella subito sotto e quella subito sopra.

Dermatomeri ed ernia

Nel caso di lesione irritativa, come ad esempio l’ernia che colpisce un disco intervertebrale, il dolore che viene avvertito dal paziente può essere acuto e si può diffondere all’interno del dermatomero di riferimento. Nel momento in cui gli abbozzi degli arti inferiori cominciano a crescere, le radici nervose a cui fanno riferimento i nuclei mesodermici e i rivestimenti ectodermici cominciano ad allungarsi pian piano. Gli arti inferiori che stanno crescendo, invece, eseguono una rotazione mediale tutto intorno ad un asse longitudinale, garantendo ai dermatomeri una direzione prettamente obliqua. I dermatomeri sia di L1 che di L2 sono collocate in luoghi molto vicini ai dermatomeri sia di S2 che di S3, dal momento che i segmenti che si trovano interposti si trasferiscono in zone più distanti all’interno degli arti inferiori. Sapere come funzionano i dermatomeri è fondamentale per riuscire a individuare in modo efficace il punto in cui si trovano le lesioni periferiche che vanno a colpire le radici nervose e per poter riuscire a differenziarle in confronto alle lesioni che, al contrario, vanno a colpire i nervi periferici.

Dermatomeri e miomeri

dermatomeri

I dermatomeri si caratterizzano per corrispondere a quella zona della cute innervata da parte della radice posteriore, quella sensitiva, solamente di un nervo spinale. I miomeri si caratterizzano per essere dei muscoli che vengono innervati da parte della radice motoria di ciascun nervo spinale. Il dermatomero C6, giusto per fare un esempio, si caratterizza per essere formato dalla pelle della superficie laterale di un avambraccio, ma anche della cute del primo e una porzione del secondo dito della mano.

Dermatomeri funzione

dermatomeri

I neuromeni ottengono, mediante le radici posteriori, tutti i vari stimoli che arrivano da diverse zone periferiche del corpo. Di contro, i neuromeri inviano degli impulsi di carattere motorio proprio a tali territori sfruttando le radici anteriori. I neuromeri si caratterizzano per essere la zona in cui si trovano i riflessi nervosi segmentali a cui fanno riferimento i metameri periferici per le zone sensoriali cutanee, ossia i dermatomeri (chiamati anche dermatomi), nonché i miomeri (chiamati anche aree effettrici muscolari). Il dolore che è collegato, di conseguenza, alla zona in cui si trova specificatamente un dermatomero, in pratica, si riferisce ad un metamero che ha subito un’innervazione della zona sensitiva al livello del neuromero di riferimento. Il dolore, quindi, deve essere individuato nella zona della colonna vertebrale al cui livello si trova l’innervazione sensitiva del dermatomero. Tale dolore può avere differenti cause, tra cui una modifica funzionale del riflesso nervoso segmentale del neuromero preso come riferimento, una compressione o un malfunzionamento della radice del nervo, una disfunzione della curva normale della colonna vertebrale in quel particolare settore di riferimento, ma anche una disfunzione a livello strutturale del posizionamento delle diverse vertebre, che ha causato a sua volta un’alterazione negativa del canale midollare del neuromero preso in considerazione.

Dermatomeri quantità

dermatomeri

Ciascuno dei 31 segmenti che compongono la colonna vertebrale si caratterizza per poter contare su un nervo spinale. Ci sono dei dermatomeri per ciascun nervo spinale, tranne solamente il primo nervo spinale cervicale. I dermatomeri che si trovano sulle braccia e sulle gambe, che vengono chiamati dermatomeri degli arti, si caratterizza per un decorso longitudinale che segue gli arti.

Dermatomeri uso e formazione

dermatomeri

L’utilità di effettuare delle analisi sui dermatomeri permette di individuare precisamente i punti in cui si sono verificati dei danni neurologici nel caso di radicolopatie, ma anche per trovare virus che vanno a infettare i nervi spinali, come ad esempio nel caso di Herpes Zoster, ovvero il fuoco di Sant’Antonio. Infine, l’analisi dei dermatomeri è utile anche per la valutazione delle lesioni che colpiscono il midollo spinale. I dermatomeri si formano dalla porzione più esterna dell’embrione, da cui crescono sia pelle che tessuti sottocutanei che si trasformano in zone di pelle che hanno un singolo ganglio della radice nervosa del dorso.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *