Come scegliere il fornitore di luce e gas

Il mercato libero di luce e gas si caratterizza per la presenza di numerosi fornitori, oltre 300: per questo motivo si devono considerare diversi fattori per valutare la convenienza delle offerte.

Turn on bulb on green background

Infatti esistono altri parametri a parte il costo che determinano la convenienza e la qualità del servizio. Al tempo stesso bisogna tenere a mente che la stessa configurazione dell’utenza consentono di strutturare la soluzione in base alle proprie esigenze e alla tipologia dei consumi. Innanzitutto si deve distinguere tra offerte a prezzo fisso oppure variabile: nel primo caso il gestore blocca il prezzo del gas oppure dell’energia elettrica per uno o più anni, così da evitare rincari dovuti all’andamento del mercato. In alternativa si può optare per tariffe che possono aumentare o diminuire in base alle oscillazioni del settore.

Nel caso della fornitura di energia elettrica si può scegliere tra tariffe monorarie (conveniente se i consumi si concentrano nelle ore diurne) e biorarie. Quest’ultima soluzione è preferibile se il profilo di consumo riguarda soprattutto la notte, la sera e i week-end: infatti si risparmia perché nelle fasce non di punta il prezzo dell’energia è più basso. Per aumentare la convenienza delle offerte è possibile optare per modalità particolari di stipula e di gestione: ad esempio le aziende presenti soltanto sul web consentono l’addebito automatico delle bollette, la fatturazione elettronica e il monitoraggio costante dei consumi. Questa opzione è funzionale soprattutto per quanto riguarda la fornitura di gas in quanto i consumi per il riscaldamento sono difficilmente prevedibili. Scegliere un fornitore digitale consente di inviare la rilevazione dei consumi in maniera immediata tramite un’autolettura. In questo modo si evitano conguagli dagli importi rilevanti. Al tempo stesso il controllo dell’andamento dei consumi è un accorgimento semplice per adottare un comportamento consapevole.

Da un lato è possibile correggere abitudini sbagliate che provocano sprechi energetici, dall’altro si tratta di precauzioni grazie alle quali evitare spiacevoli sorprese al momento del conguaglio finale dell’utenza. In alcuni casi i gestori assicurano alla clientela sconti per il pagamento automatico delle fatture e per le utenze dual, cioè che riguardano sia la luce che il gas. Affidare entrambi i servizi allo stesso fornitore è anche una soluzione molto apprezzata anche dal punto di vista della comodità e della praticità.

Quali sono le proposte Wekiwi Energia

luce e gas

Wekiwi Energia è un fornitore digitale di luce e gas e, proprio per le sue caratteristiche strutturali, è nata per sfruttare in maniera adeguata ed efficace le potenzialità offerte dal web. Al tempo stesso propone alla clientela un servizio semplice ed essenziale, basato su un approccio diretto, consapevole e diretto per quanto riguarda la gestione dei consumi. Innanzitutto le offerte disponibili sono due, quella a prezzo fisso per 12 mesi (con tariffe bloccate per tutto l’anno) e la cosiddetta Energia alla Fonte. Questa modalità consiste nell’acquisto, tramite l’azienda, dell’energia direttamente sui mercati all’ingrosso a fronte di una piccola commissione.

Qualunque sia l’opzione adottata, la determinazione dei consumi avviene attraverso la Carica: il cliente indica in anticipo quale importo mensile pagare come acconto attraverso una fatturazione in via anticipata. Si tratta di una soluzione pratica e funzionale che permette all’utente di monitorare costantemente i consumi attraverso il proprio account oppure l’app. Da un lato si visualizza un prospetto per conoscere le proprie abitudini di consumo e mettere in atto un comportamento consapevole; dall’altro si ottiene uno sconto al momento del conguaglio, quando il distributore comunica la lettura del contatore.

Inoltre è possibile modificare la modalità della Carica per la fornitura di gas con uso riscaldamento per i clienti che aderiscono a questo sistema.

Infatti durante i mesi invernali (cioè nel periodo tra ottobre e marzo) si adegua al rialzo la Carica minima nel gas per uso riscaldamento sia nelle Regioni del Centro-Nord che in quelle del Sud Italia, arrivando rispettivamente a 75 e 40 euro Iva inclusa. Al tempo stesso in questo arco di tempo vengono modificate, senza costi aggiuntivi e in bimestrale, la periodicità della Carica e la frequenza della fatturazione periodica inviata via e-mail. Infatti il cliente può optare per ricevere le fatture durante l’anno con cadenza bimestrale, quadrimestrale oppure mista. Un minor numero di fatture permette di ridurre i costi di gestione, tuttavia la fatturazione della Carica avviene sempre a titolo gratuito.

Le offerte Wekiwi luce e gas sono soluzioni che consentono di eliminare completamente la presenza di intermediari: infatti le aziende digitali puntano al rapporto diretto con gli utenti. Di conseguenza la sottoscrizione del contratto avviene online e non è previsto un call center per i contatti. Si tratta di una modalità di gestione molto apprezzata sia dalla società che dagli utenti: da un lato si hanno minori costi, dall’altro i clienti non ricevono sollecitazioni commerciali di alcun genere. In secondo luogo i contatti avvengono soltanto tramite l’applicazione, l’e-mail oppure Area Personale SelfCare del sito. Si tratta di una soluzione che garantisce la possibilità di usufruire di uno sconto online e di evitare i costi legati alle chiamate al numero verde.