Ileopsoas, il muscolo della deambulazione e della postura

L’ ileopsoas è il muscolo dell’anca costituito da due muscoli in realtà. Esso è fondamentale per la postura, la torsione del bacino e per deambulare correttamente.

Ileopsoas

L’ileopsoas è il muscolo dell’anca costituito da due muscoli in realtà. Esso è fondamentale per la postura, la torsione del bacino e per deambulare correttamente.

Che cos’è

Il muscolo ileopsoas in molti casi viene considerato essere un unico muscolo biarticolare, situato nella zona lombo-iliaca sino alla parte anteriore della coscia. In realtà questo muscolo è costituito da due parti distinte, ovvero, il muscolo iliaco ed il muscolo grande psoas.

Questo muscolo viene percorso e innervato dal nervo femorale e dalle ramificazioni del plesso lombare (L1-L4). Il muscolo ileopsoas è importante per la salute, in particolare per la postura e tutto quello che comporta. Ci sono diversi motivi che portano a coinvolgere questo muscolo per trattare diverse patologie e per la preparazione atletica di livello alto.

Dove è l’ ileopsoas? Anatomia

Il muscolo ileopsoas si trova nella zona dell’anca. Il grande psoas origina a livello dell’ultima vertebra toracica, dalle facce laterali, dalle prime 4 lombari e dai dischi che sono interposti, e a partire dalla base dei processi trasversi delle prime 4 vertebre lombari. Il muscolo si distende in modo obliquo verso il basso e verso l’esterno. Esso passa al di sotto del legamento dell’inguine . Termina sull’apice del cosiddetto Piccolo trocantere nella coscia. Fra i due muscoli che costituitscono l’ ileopsoas (iliaco e psoas) decorrono il nervo femorale e il nervo lombare.

Come funziona

Con la sua azione, questo muscolo, è in grado di permettere alla coscia di flettersi e di ruotare esternamente e di flettere e inclinare il tronco di lato. L’ ileopsoas è il più potente muscolo flessore della coscia, con un ruolo importantissimo per la deambulazione. Esso partecipa a mantenere l’equilibrio fisiologico del bacino, aumentando contraendosi la lordosi lombare. Si parla di effetto lordosizzante perché favorisce l’antiversione del bacino. Per questo un suo iper-tono può determinare la comparsa di problematiche lombalgie.

Le sue funzioni biomeccaniche nello specifico sono:

  • Flessione generale dell’anca: è infatti l’unico muscolo a continuare la sua azione anche dopo i 90° di flessione;
  • Rotazione verso l’esterno e assistenza nell’adduzione;
  • Flessione a livello lombare, sotto ad un determinato grado di lordosi;
  • Estensione lombare, nei soggetti che hanno lordosi accentuata;
  • Aumento della lordosi lombare, in molte persone;
  • Anteriorizzazione del bacino;
  • Flessione ipsilatrale laterale e rotazione dalla parte opposta del tronco con la contrazione unilaterale.

Rapporti anatomici con altre strutture

Il muscolo ileopsoas è importante per i suoi rapporti anatomici, ovvero con altre strutture, muscoli e organi del corpo umano. In particolare il grande psoas è in collegamento con il diaframma, con il plesso lombare con il rene ed il colon (discendente e ascendente). L’iliaco a sua volta è connesso con l’intestino cieco, con l’appendice e con il colon discendente. Questo muscolo, in sostanza, avrebbe un’importante influenza sugli organi e le visceri appena indicate, e anche sul sistema nervoso vegetativo.

Problemi connessi a questo muscolo: quando si interviene

Questo muscolo viene tirato in ballo ogniqualvolta si parla di mal di schiena a livello medico. Questo muscolo infatti è fondamentale per la postura e per il benessere della schiena. Questo perché è questo muscolo a garantire l’assetto corretto fra il tratto lombare e quello dorsale, ma soprattutto fra l’osso sacro e le vertebre lombari. Il grande psoas ha infatti l’importante ruolo di mantenere la congruità delle articolazioni fra il sacro e le vertebre lombari, quando in flessione, esso porta in avanti. Nel caso per esempio dell’iperlordosi, l’azione è compromessa e invertita, in casi gravi. Le linee d’azione sono al contrario posteriori. La conseguenza è un’anomalia sui dischi intervertebrali e quindi il soggetto avverte dolore.

Si interviene sull’ ileopsoas quando:

  • c’è mal di schiena dato da iperlordosi;
  • nelle lombalgie comuni e nei dolori lombari;
  • nel trattamento dell’ernia del disco lombare;
  • se ci sono sintomi radicolari alle gambe, come la sciatica;
  • in caso di meralgia parestesica data dall’intrappolamento del nervo laterale femoro-cutaneo;
  • in caso di pubalgia.

Ileopsoas e postura

Questo muscolo è fondamentale per la postura corretta. Esso stabilizza e muove la schiena, permettendo la deambulazione corretta del soggetto. Mette in collegamento la schiena, cioè la colonna vertebrale, e le gambe. Mette in collegamento il trasverso dell’addome con i muscoli addominali e si collega con il muscolo del diaframma. Questi due muscoli si valutano e si trattano spesso insieme infatti quando si parla di postura e di ginnastica per migliorarla. Il muscolo ileopsoas è importante per trattare le patologie lombari o alle gambe, ma anche per i dolori cervicali e l’emicrania muscolotensiva.

Previous ArticleNext Article