Interventi di chirurgia estetica e plastica: diffusione, principi e tipologie

Tutti abbiamo sentito parlare di medicina estetica e di chirurgia plastica, perché si tratta di un tipo di intervento oggi molto diffuso. In molti casi tuttavia, permane molta perplessità sui principi che sono alla base di questa specializzazione medica.

Interventi di chirurgia estetica

Gli interventi di chirurgia estetica e plastica possono essere fatti essenzialmente per due motivi: per la cura di un problema o per bellezza. Oggi si fanno perlopiù per questa seconda opzione. La bellezza è un concetto che non ha canoni precisi immutabili, nel tempo infatti gli ideali si sono evoluti. La bellezza oggi per le persone significa guardarsi allo specchio con serenità. La chirurgia è il mezzo con il quale si può raggiungere questo risultato, qualora ci sia qualcosa nell’aspetto che turbi il soggetto che osserva.

In sostanza la chirurgia plastica ed estetica ha lo scopo di raggiungere il migliore equilibrio fra la forma, la funzione e l’armonia, per garantire al paziente il massimo benessere psico-fisico. Questa specializzazione medica non opera mai a caso, seguendo stereotipi o richieste “non sane”, ma sempre al fine di esaltare l’individualità del soggetto e fare in modo che ritrovi il sorriso perso. In Italia la chirurgia segue gli originali principi per i quali la stessa disciplina è nata, cioè permettere ai pazienti di vivere bene con il proprio corpo, in armonia. Ricordiamo infatti che la salute è l’espressione del benessere fisico e psicologico del soggetto, non solo assenza di malattia.

Medicina estetica in Italia: salute e bellezza

Secondo le statistiche, l’Italia è uno dei Paesi nei quali vengono eseguiti più trattamenti estetici al mondo. Con 418.760 interventi, essa è al nono posto nella classifica mondiale, con l’1,9% sul numero dei trattamenti totali. Nella penisola accorrono anche numerose persone provenienti dall’Estero. Le tecniche chirurgiche, gli strumenti e gli esperti in questo campo, in Italia, sono di altissimo livello, i dati di conseguenza non stupiscono affatto. Se un tempo i trattamenti erano dedicati solamente ai personaggi dello spettacolo, oggi sono molti coloro che ricorrono alla chirurgia per migliorare il proprio aspetto estetico, uomini e donne di diverse fasce d’età.

Presso le cliniche specializzate si possono eseguire piccoli ritocchi o interventi più impegnativi, per i quali può essere anche necessario il ricovero. Gli inestetismi per i quali le persone si rivolgono ai chirurghi estetici possono essere causate dall’invecchiamento, dalle malattie, da uno stile di vita sbagliato, da eventi traumatici. Alla base di un intervento di questo tipo c’è un attento studio diagnostico preventivo e una valutazione delle specifiche in base alla persona. Questa fase precedente all’intervento è elemento chiave per la migliore riuscita e serve al paziente per conoscere il percorso che va a intraprendere.

Quali trattamenti comprende la chirurgia estetica-plastica

Gli interventi di chirurgia estetica e plastica possono interessare diversi problemi estetici e funzionali. Gli interventi possono riguardare il viso, per modificare le forme, per interventi di ringiovanimento o per sistemare i denti. Oppure possono essere trattamenti sul corpo: si va da cose semplici come la depilazione, a quelli più complessi come per esempio quelli per rifare il seno, per modificare o migliorare l’aspetto di alcune parti o la chirurgia intima. Grazie a questi trattamenti si può intervenire per risolvere i problemi di calvizie o questioni legate alle problematiche della pelle, come iperpigmentazione, lesioni, rimozione di tatuaggi, verruche. Rientrano in questa specializzazione anche interventi medici per trattare i casi di obesità. I trattamenti sono tantissimi, l’obiettivo però resta uno solo: la salute psico-fisica del paziente.

Previous ArticleNext Article