Kasia Smutniak: la carriera e la vita privata

Una breve biografia di Kasia Smutniak: la sua carriera professionale come modella e attrice, e qualche riepilogo sulla sua vita privata!

Kasia Smutniak è un’attrice e modella polacca, da tempo stabilitasi in Italia per ragioni professionali e private. Nata a Pila il 13 agosto 1979, è un volto molto noto nel cinema e nella televisione del nostro Paese, grazie a una lunga serie di partecipazioni a produzioni prevalentemente italiane.

Ma quale è stata la carriera di Kasia Smutniak fin qui? E quale è la sua vita privata? Cerchiamo di scoprirlo insieme in questa breve biografia della bella e brava Kasia.

La carriera di Kasia Smutniak

La carriera di Kasia inizia giovanissima quando, all’età di soli 17 anni, arriva seconda in un concorso di bellezza nazionale in Polonia, facendosi così conoscere al mondo della moda e, immediatamente dopo, iniziando a lavorare come modella. La bellezza e le capacità di Kasia le permetteranno fin da subito di poter ricevere dei contratti piuttosto importanti con alcune prestigiose case di moda: un cambiamento di vita che la condurrà a viaggiare in tutto il mondo, stabilendosi per qualche tempo in Giappone, negli Stati Uniti, in Inghilterra e, quindi, in Italia.

Il nostro Paese costituisce per Kasia una “base” naturale, tanto che dal 1998 ha scelto l’Italia come luogo principale di residenza. Qui, peraltro, diviene improvvisamente famosa al grande pubblico quando nel 2002 la TIM la sceglierà come testimonial di una campagna pubblicitaria. Ancora prima, però, aveva esordito come attrice con Giorgio Panariello, nel 2000, con il film Al momento giusto. L’anno dopo della campagna TIM parteciperà invece al film Radio West, dove conoscerà Pietro Taricone, colui che diventerà suo marito (ne parleremo nella sua vita privata).

Il lavoro cinematografico non impedirà comunque a Kasia di sperimentare con successo alcune produzioni tv: recita in diverse fiction e miniserie, facendosi rapidamente apprezzare dal grande pubblico che non mancherà di gradirne la bellezza e la bravura. Negli anni successivi continuerà a lavorare per diverse produzioni nel piccolo e nel grande schermo. Nel 2012 è madrina della 69ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

La vita privata di Kasia Smutniak

La vita privata di Kasia Smutniak è legata a due grandi storie d’amore e… tante passioni. Tra di esse, quella per il volo, che gli viene trasmessa dal padre, un generale dell’aeronautica militare polacca: la passione per il volo la condurrà, a soli 16 anni, a conseguire il brevetto di pilota di alianti.

Tornando alle sue storie d’amore, la prima è naturalmente quella con Pietro Taricone, che Kasia conobbe sul set di Radio Est, nel 2003. Da quel momento in poi cominciò una profonda relazione amorosa che durò fino al giorno della morte di Pietro, avvenuta il 29 giugno 2010 in seguito a un incidente di paracadutismo: insieme, i due hanno avuto una bambina, Sophie, nata il 4 settembre 2004.

Pietro Taricone è stato un personaggio molto noto e amato dal pubblico televisivo italiano, partecipante alla prima edizione del reality show di Canale 5, Grande Fratello. Dopo la fortunata trasmissione, Pietro cominciò la carriera di attore con alcune produzioni nazionali, tra le quali – appunto – la già ricordata Radio West. Tra le sue passioni non recenti vi era proprio quella del paracadutismo, sport che lo condusse alla morte a causa di una manovra errata o azzardata, come fu stabilito da un’inchiesta del giudice per le indagini preliminari Maurizio Santoloci.

La mattina del 28 giugno 2010 precipitò al suolo durante un lancio nei pressi dell’aviosuperficie Leonardi di Terni: fu ricoverato quindi in condizioni drammatiche a causa di un arresto cardiaco, fratture multiple e un’emorragia interna. Nonostante un delicato intervento chirurgico, durato oltre 9 ore, non gli fu salvata la vita.

La seconda grande storia di amore di Kasia Smutniak è quella con il produttore Domenico Procacci, con cui si lega nell’estate 2011. Anche in questo caso, dall’amore tra i due nascerà un bimbo, il 20 agosto 2014, Leone.

Domenico Procacci è uno dei più noti produttori cinematografici italiani, fondatore della Fandango. Tra le decine di film prodotti, anche quelli di alcuni dei più famosi e apprezzati registi del Paese, come Nanni Moretti e Gianni Veronesi. Come produttore ha vinto 4 David di Donatello, 6 Nastri d’argento, 2 Ciak d’oro.

I film di Kasia Smutniak

Dall’esordio del 2000 ad oggi Kasia Smutniak è stata presente in più di 20 film:

  • Al momento giusto, regia di Giorgio Panariello e Gaia Gorrini (2000)
  • Haker, regia di Janusz Zaorski (2002)
  • Radio West, regia di Alessandro Valori (2003)
  • Ora e per sempre, regia di Vincenzo Verdecchi (2004)
  • 13dici a tavola, regia di Enrico Oldoini (2004)
  • Nelle tue mani, regia di Peter Del Monte (2007)
  • Carnera – The Walking Mountain, regia di Renzo Martinelli (2008)
  • Caos calmo, regia di Antonello Grimaldi (2008)
  • Tutta colpa di Giuda, regia di Davide Ferrario (2009)
  • Barbarossa, regia di Renzo Martinelli (2009)
  • Goal III: Taking on the World, regia di Andrew Morahan (2009)
  • From Paris with Love, regia di Pierre Morel (2010)
  • Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio, regia di Isotta Toso (2010)
  • La passione, regia di Carlo Mazzacurati (2010)
  • Il quarto stato (Die vierte Macht), regia di Dennis Gansel (2012)
  • Tutti contro tutti, regia di Rolando Ravello (2013)
  • Benvenuto Presidente!, regia di Riccardo Milani (2013)
  • Allacciate le cinture, regia di Ferzan Özpetek (2014)
  • Maraviglioso Boccaccio, regia di Paolo e Vittorio Taviani (2015)
  • Perfetti sconosciuti, regia di Paolo Genovese (2016)
  • Moglie e marito, regia di Simone Godano (2017)

Le serie tv di Kasia Smutniak

L’attrice polacca è anche stata presente in diverse produzioni tv, quali:

  • Ultimo – L’infiltrato, regia di Michele Soavi – Film TV – Canale 5 (2004)
  • Questa è la mia terra, regia di Raffaele Mertes – Miniserie TV – Canale 5 (2006)
  • La moglie cinese, regia di Antonello Grimaldi – Miniserie TV – Rai Uno (2006)
  • Giuseppe Moscati, regia di Giacomo Campiotti – Miniserie TV – Rai Uno (2007)
  • Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu, regia di Marco Turco – Miniserie TV – Rai Uno (2007)
  • Questa è la mia terra – Vent’anni dopo, regia di Raffaele Mertes – Miniserie TV – Canale 5 (2008)
  • Il commissario De Luca, regia di Antonio Frazzi – Miniserie TV – Rai Uno – Episodio: Indagine non autorizzata – 2008)
  • Carnera – Il campione più grande, regia di Renzo Martinelli – Miniserie TV – Canale 5 (2008)
  • Buio: 5 ore di luna piena, regia di Nicolaj Pennestri (2009)
  • Volare – La grande storia di Domenico Modugno, regia di Riccardo Milani (2013)
  • In Treatment – serie TV (2013)
  • Limbo – film TV, regia di Lucio Pellegrini (2015)

Per la sua attività cinematografica Kasia Smutniak ha vinto 4 Nastri d’argento (di cui 1 per migliore attrice protagonista) e 1 Globo d’oro, ed è stata nominata altresì 1 volta come migliore attrice protagonista al David di Donatello.

Previous ArticleNext Article