Bellezza

Olio di ricino, un super alleato per le tue ciglia

Che cos’è l’olio di ricino? Un olio che può giovare alle ciglia e ai capelli. Usato per questo come prodotto alla base di molti prodotti cosmetici. Usi.

olio-di-ricino-2
Per rendere il tuo sguardo davvero fatale, fai come fanno molte star di Hollywood, usa sulle ciglia l’olio di ricino, le renderai forti, lunghe e bellissime!

Che cos’è l’olio di ricino e come funziona

L’olio di ricino è un olio di origine vegetale talmente denso da essere quasi cremoso, che si ottiene dalla spremitura dei semi dell’omonima pianta scientificamente definita Ricinus communis originaria dell’Africa tropicale ma ormai diffusa in tutto il mondo ove il clima è temperato. Il ricinus è una pianta erbacea o arborescente alta circa 2,5 metri (10 nel suo paese originario), con foglie lobate dal bordo dentellato di colore verde e rosso. I frutti sono dei piccoli ricci che una volta maturi liberano ognuno tre semi di circa 1 cm di diametro.
Questo olio viene utilizzato sia per uso interno che per uso esterno. Ad uso interno l’olio di ricino viene utilizzato come efficace lassativo oleoso: ha un sapore assolutamente sgradevole e ha un’azione piuttosto traumatica (in due ore l’effetto è violento), proprio per questo solitamente viene assunto solamente in casi di estrema necessità, prima di interventi chirurgici, o di partorire e di solito in abbinamento a succhi fruttati per coprirne il sapore sgradevole. A livello dello stomaco l’olio di ricino interviene ritardando il tempo di svuotamento gastrico e di conseguenza è sempre opportuno assumerlo lontano dai pasti per una corretta digestione. In tempi remoti proprio per la sua azione traumatica l’olio di ricino veniva somministrato a scopo punitivo.

olio_di_ricino
Oggi l’olio di ricino ad uso esterno è una componente importante per l’industria cosmetica e farmaceutica per rinvigorire le unghie, i capelli, le ciglia e le sopracciglia. Questo olio ha importanti proprietà nutrienti, messo su unghie, peluria (come ciglia e sopracciglia) e sui capelli dona a questi lucentezza e vigore, agendo in profondità. L’olio di ricino è adatto ad essere utilizzato sui capelli sfibrati e secchi, perché riequilibra il sebo e nutre i capelli fino alle punte che tenderebbero altrimenti a sdoppiarsi. Sui capelli, visto che per la sua densità è difficile da usare puro, è possibile mescolarlo a olio di mandorle dolci o ad olio di lino. Mentre per il suo utilizzo sulle ciglia è più agevole utilizzarlo puro, così non cola. Questo olio agisce rinforzando il bulbo pilifero grazie all’alta percentuale di acido grasso, simile alla cheratina, in esso contenuto. L’olio di ricino è infatti costituito al 90% da acido ricinoleico, ovvero un acido grasso che fa di questo un prodotto dalle proprietà nutrienti peculiari.

 

CIGLIA2-300x2003

Come funziona l’olio di ricino sulle ciglia

L’olio di ricino costituisce il componente principale di molti prodotti e sieri da utilizzare per rinforzare ciglia e sopracciglia in commercio: lo scopo è sia cosmetico che medicale. Le ciglia hanno infatti un’importante funzione di protezione degli occhi, ad ogni sbattimento delle palpebre questi villi agiscono infatti come barriera a fronte di polvere e sporcizia nell’aria. In particolare per chi soffre di allergie o per chi è sensibile agli occhi (per esempio perché portatore di lenti a contatto) questa peluria è molto importante a scopo protettivo. Oltre ad una funzione protettiva è chiaro che le ciglia hanno anche una funzione puramente estetica: lo sguardo con delle belle ciglia folte e nere risulta visibilmente più intenso, definito e penetrante. Tant’è vero che è sempre più diffuso l’extension alle ciglia proprio per questo motivo.

olio-di-ricino
Per avere delle ciglia forti e sane è opportuno innanzitutto preoccuparsi ogni sera a fine giornata di struccarle con attenzione: un rimmel non rimosso o rimosso male può infatti far seccare il pelo e con l’andare del tempo indebolirlo. Una volta pulite alla perfezione le ciglia, magari prima di dormire, applicate l’olio di ricino puro sulle ciglia ancora umide. La patina che ne risulterà sarà oleosa e potrebbe macchiare la federa del cuscino, preoccupatevi quindi in caso di mettere qualcosa sullo stesso per non sporcare se siete soliti dormire supini. L’olio va usato puro poiché la densità fa sì che non coli sul viso. È possibile applicarlo come una crema oppure, molto più agevolmente, utilizzando uno spazzolino di un vecchio mascara pulito. In una decina di giorni vedrete le ciglia più voluminose, rinvigorite e con una capacità di crescita più veloce. Attenzione ad utilizzarlo comunque con moderazione affinché non vi finisca il prodotto negli occhi, che se non è dannoso comunque è certamente fastidioso. L’olio di ricino può essere utilizzato allo stesso modo anche per le sopracciglia. Per un’azione rinvigorente costante 24 ore al giorno, potreste anche mettere qualche goccia di olio di ricino nel mascara che utilizzate tutti i giorni, così oltre a truccarle vi prenderete cura di loro.

Previous ArticleNext Article