Orecchie tappate: cause e rimedi di questo comune fastidio

Cosa succede quando si tappano le orecchie? Ecco come risolvere ogni problema!

orecchie-tappate-1

Le orecchie tappate rappresentano un comune disturbo in grado di pregiudicare il benessere di milioni di persone in tutto il mondo. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di un fenomeno passeggero, che non deve destare preoccupazioni. In alcune fattispecie si tratta invece di un fenomeno che è bene approfondire, poiché potrebbe essere la spia di qualche patologia è bene affrontare con tempestività. Cerchiamo dunque di saperne un po’ di più!

Orecchie tappate: i sintomi

I sintomi delle orecchie tappate sono ben riconoscibili in una sensazione costante o momentanea di trovarsi “sott’acqua”. Il nostro udito risulterà essere parzialmente compromesso, e i suoni potrebbero arrivare attutiti. L’impressione è dunque quella di avere dell’acqua all’interno dell’orecchio, con un livello di incisività e di fastidio molto variabile a seconda del singolo caso.

Orecchie tappate: le cause

Numerose possono essere le cause sottostanti il comune problema delle orecchie tappate. Tra le principali, e sicuramente meno preoccupanti (ma non per questo necessitanti di un riscontro da parte del paziente!) vi è l’accumulo di cerume – il c.d. “tappo”. La sua formazione è figlia della mancata pulizia regolare delle orecchie, in grado – in alcuni casi – di provocare anche una sensazione di dolore. La sensazione di orecchie tappate può dunque svanire non appena si rimuove il tappo. Sempre in merito alla pulizia delle orecchie, ricordiamo come la sensazione possa anche essere il frutto della presenza di acqua infiltrata nelle orecchie a causa del nuoto o dopo una doccia. E, a proposito di nuotate, si tenga conto come a volte l’aumento di pressione che si verifica durante un tuffo in acqua, può danneggiare in maniera temporanea la struttura interna dell’orecchio, determinando fastidi più o meno incisivi (sempre meglio, dunque, utilizzare appositi tappi per le orecchie, predisposti per le attività di piscina o di mare).

orecchie-tappate-2

A dimostrazione di quanto possa essere ampia la serie di casistiche alla base del problema, possiamo ancora citare – tra le principali determinanti delle orecchie tappate, la c.d. “otite”, l’infezione all’orecchio che di norma è conseguente a un raffreddore o altre infezioni alle vie respiratorie alte. Vi sono inoltre orecchie tappate dovute all’aver sentito improvvisamente dei rumori molto forti (una condizione che nei casi più gravi può anche condurre alla perdita temporanea dell’udito), ai cambiamenti di pressione e di altitudine o… a una condizione di gravidanza (la causa può in questo caso essere la variazione della pressione sanguigna o sbalzi ormonali che conducono a un gonfiore a livello della mucosa nasale).

Nei casi patologici le orecchie tappate possono anche essere frutto di tumori, crescita ossea nelle orecchie, sindrome di Meniere e altro ancora. Parlatene con il vostro medico di fiducia per poter avere una panoramica più ampia e attendibile del fenomeno.

Orecchie tappate, cosa fare per ritrovare il proprio benessere

Come intuibile, per poter risolvere il problema delle orecchie tappate è fondamentale cercare di individuare la causa che ha provocato il disturbo. Se ad esempio vi è un accumulo di cerume, la causa più probabile delle orecchie tappate, si può provare a intervenire con una lunga serie di interventi. Si può ad esempio procedere con l’applicazione di sostanze ammorbidenti come l’olio minerale o la glicerina, o ancora procedere a un lavaggio dell’orecchio iniettando acqua calda (ma non bollente!) o salina sterile nell’orecchio attraverso appositi dispositivi (simili a siringhe). Per il lavaggio dell’orecchio a casa sono in commercio degli speciali kit per la rimozione del cerume: sarà sufficiente seguire le istruzioni contenute nel foglietto informativo per poter risolvere buona parte dei problemi, e trovare in tempi rapidi un rinnovato benessere.

orecchie-tappate-3

Se invece le orecchie tappate sono provocate da una congestione alle vie nasali, si può naturalmente procedere all’acquisto di appositi decongestionanti orali o spray, che riducano la produzione di catarro e pertanto il fastidio a livello di naso e orecchie. Ancora, nel caso in cui le orecchie tappate dovessero essere provocate da un’infezione, si possono prendere delle gocce di antibiotico per le orecchie o dei farmaci per via orale.

Leggi anche: Sindrome di Reiter, sintomi e cure

Ulteriormente, se si soffre di orecchie tappate a causa di barotrauma (cioè, cambiamenti della pressione atmosferica), si può cercare di ottenere un discreto sollievo mediante attività che possano risolvere la sensazione di intasamento: sbadigliare frequentemente, deglutire con “forza”, masticare una gomma americana, succhiare le caramelle, stappare le orecchie chiudendo bocca e narici e espirando fortemente.

orecchie-tappate-4

Infine, qualche ultimo cenno per rimuovere l’acqua nelle orecchie, che può causare fastidi al nostro sistema uditivo e dare la sensazione di orecchie tappate. I rimedi più comuni, da applicare comunque con cautela, non trattandosi di riferimenti scientifici, sono quelli di agitare l’orecchio, utilizzare un asciugacapelli, piegare la testa e compiere piccoli movimenti (saltelli).

Naturalmente, se il problema assume una natura di persistenza, e se ritenete che il fastidio sia ripetitivo e in grado di pregiudicare il vostro benessere, è opportuno rompere gli indugi e recarsi dal proprio medico di fiducia per cercare di comprendere la natura del fastidio e approcciare così alla terapia più utile per la definitiva risoluzione del pregiudizio sofferto.

Previous ArticleNext Article