Patrick Swayze, attore e ballerino eclettico e sfortunato

Patrick Wayne Swayze è è stato un noto attore e ballerino statunitense., texano, morto nel 2009 a causa di un tumore. Ha interpretato Dirty Dancing e Ghost.

Patrick Wayne Swayze, è nato a Houston il 1952 ed è morto il 14 settembre del 2009 a Los Angeles, ed è stato un noto attore e ballerino statunitense.

Patrick Swayze: origini e formazione

Di origini irlandesi e dell’Est d’Europa, l’attore nato a Houston, è il secondo dei cinque figli di Jessie Wayne Swayze, noto ingegnere e disegnatore industriale e di Patsy Yvonne Helen Karnes, proprietaria di una famosa scuola di ballo. La primogenita si chiamava Vicky Lynn ed gli altri due fratelli maschi, Don e Sean.

Sin da piccolo, Patrick mostrò di avere notevoli attitudini artistiche, tanto che iniziò a prendere lezioni di danza classica, grazie alla madre. Nonostante questa sua passione era motivo di prese scherno da parte dei suoi compagni di scuola, esso continuò a studiare, dimostrandosi con il passare del tempo, un promettente ballerino. In seguito si cimentò con gran successo anche in altre discipline sportive, come ad esempio il pattinaggio artistico, il football americano e il taekwondo.

Studiò presso la St. Rose of Lima Catholic School e la Black Middle School, dove purtroppo ebbe un brutto incidente fisico, durante una partita di football americano, lesionandosi un ginocchio. A seguito di tale infortunio, venne sottoposto ad intervento chirurgico, e successivamente si diplomò alla Waltrip Hight School. Terminati gli studi, si iscrisse al college San Jacinto, dove per due anni studiò ginnastica, ma abbandonò senza terminare gli studi.

Patrick Swayze: il trasferimento a New York e gli esordi

L’attore si trasferì nel 1972 a New York, dove completò la sua formazione da ballerino presso la Joffrey Ballet e Harkness Ballet. La sua prima apparizione fu nel 1973 con il corpo di ballo della Disney on Parade, dove interpretava il principe azzurro di Biancaneve. Successivamente, grazie alle sue capacità lavorò a Broadway.

Nel 1975, venne chiamato a lavorare per la produzione in versione originale del musical Grease, alternandosi con Richard Gere, interpretando il ruolo di Danny. Purtroppo, nel 1977, le condizioni del suo ginocchio, infortunato nel periodo del college, peggiorarono a causa di un aggravamento delle lesioni tendinee e dei legamenti.

Ebbe anche una infezione da stafilococco, che mise l’arto in forte pericolo di amputazione. In seguito subì quattro interventi chirurgici e le sue condizioni di salute migliorarono velocemente. Proprio in questo periodo, Patrick decise di intraprendere la carriera di attore cinematografico.

Patrick Swayze: carriera cinematografica

Il suo debutto nel mondo cinematografico avvenne nel 179 con il film Skatetown, dove interpretava il ruolo di Ace Johnson, ovvero il capo di una banda che viaggia per la città con i pattini a rotelle. Successivamente svolse il ruolo in una serie televisiva dal nome M*A*S*H*, e gli studi cinematografi della Columbia Pictures, che iniziarono ad accorgersi del suo talento, gli offrirono un contratto per la realizzazione di diverse pellicole, ma Patrick si rifiutò per proseguire i corsi di recitazione.

Nel 1993, fece parte del cast del telefilm La banda dei sette, e sempre nello stesso periodo fu chiamato a recitare da Francis Ford Coppola nel film I ragazzi della 56esima strada. Finalmente, nel 1987, ottenne un ruolo affine alla sua grande passione per la danza, ovvero quello di Johnny Castle nel film Dirty Dancing – Balli proibiti, dove recitò con Jennifer Grey. Negli anni novanta, la sua carriera si basa principalmente nell’interpretazione di ruoli inediti, come quello di un medico alle prese con la conversione spirituale nel film La città della gioia, con la regia di Roland Joffé.

Patrick Swayze: la stella Hollywood Walk of Fame

Nel giorno del suo 45esimo compleanno, nel 1997, gli venne attribuita una stella da parte di Hollywood Walk of Fame. Recitò nel film Letters from a Killer, dove caduto da cavallo si ferì gravemente andando a battere contro un albero.

L’attore riportò lesioni ai tendini di una spalla e la frattura di entrambe le gambe. Dopo diversi anni di inattività, nel 200 recitò a fianco di Melanie Griffith nel film Vite nascoste e nel 2001, interpretò un predicatore pedofilo nel film Donnie Darko. Nel 2004, apparve sugli schermi in Dirty Dancing 2.

Patrick Swayze: vita privata

Il 12 giugno del 1975, l’attore sposò la ballerina ed attrice Lisa Nemi. I due si conobbero nella scuola di danza della madre, nei primi degli anni settanta, lui appena ventenne e lei ancora una ragazzina di quindici anni. Dal loro rapporto i due non ebbero figli, e nel 1990, Lisa scoprì di essere incinta, ma a seguito di un controllo di routine, videro che il bambino era morto.

Il padre di Patrick morì a causa di un infarto, e da qui egli iniziò a bere. Dopo un lungo periodo di riabilitazione dall’alcol, si rifugiò nel suo ranch, dedicandosi all’allevamento dei cavalli arabi. Nonostante la disintossicazione, cadde di nuovo nell’alcolismo, non riuscendo a gestire il successo di Dirty Dancing.

Successivamente, fece uso di cocaina, manifestando frequenti attacchi di ira, che lo condussero nel 1989, alla totale distruzione di una stanza di albergo. Nel 1994, la sorella Vicky si suicidò con una overdose di analgesici. Nel giugno del 2000, Patrick rimase coinvolto in un incidente aereo, mentre si trovava nei cieli con il suo bimotore Cessna, dal quale nel uscì illeso.

Cresciuto da una famiglia cattolica praticante, nel corso della sua vita si avvicinò a diverse religioni, come la fede Bhai, Scientology ed il Buddismo. L’attore morì il 14 settembre del 2009 alla stessa età del padre a causa di un cancro al pancreas.

Previous ArticleNext Article