Quetiapina, un farmaco antipsicotico: tutto quello che c’è da sapere

La quetiapina è un farmaco che possiamo trovare in farmacia anche come Sequase, Seroquel, Quetiapina Mylan, Asicot o Ketipinor. Questo medicinale è contemplato nella categoria dei neurolettici e antiemetici, noti anche come antipsicotici atipici.

 

La quetiapina è un farmaco che possiamo trovare in farmacia anche come Sequase, Seroquel, Quetiapina Mylan, Asicot o Ketipinor. Questo medicinale è contemplato nella categoria dei neurolettici e antiemetici, noti anche come antipsicotici atipici, anche detti di seconda generazione. Questi farmaci sono sempre più diffusi come alternativa agli antipsicotici detti invece “tipici” come per esempio l’aloperidolo.

A cosa serve

La quetiapina è utilizzata per trattare diversi disturbi di tipo psichiatrico psicologico. Nello specifico, si somministra questa sostanza a pazienti che soffrono di:

  • Schizofrenia: il paziente ha la sensazione di sentire e vedere cose che non sono davvero reali, si convince di cose inesistenti ed è sospettoso, ansioso, teso, confuso con senso di colpa e depresso.
  • Episodici disturbi di tipo maniacale, da moderati a gravi: il soggetto si sente eccitato, agitato, euforico, iperattivo e ha scarsa capacità di giudizio. Questa si può tradurre in alcuni casi con comportamenti aggressivi e distruttivi.
  • Episodici casi di depressione acuta, associati al disturbo bipolare: quindi quando il soggetto è triste, depresso, con un senso di colpa che non gli da alcuna energia, né appetito. In questi casi il paziente fatica anche a prendere sonno. Nel trattamento della depressione forte, esso può essere utilizzato in associazione ad altri medicinali per la depressione maggiore.

Controindicazioni e precauzioni

La quetiapina non deve essere utilizzata in caso di allergia alla sostanza o a uno qualunque degli eccipienti contenuti nel farmaco. La quetiapina deve essere  presa con cautela se nella propria storia familiare ci sono casi di problemi al cuore o se si stanno assumendo altri medicinali che possono influenzare il battito del cuore. Chi soffre di pressione sanguigna bassa dovrebbe prestare attenzione, così anche chi ha avuto ictus. Questo specialmente se si tratta di una persona anziana.

Chi ha sofferto di convulsioni epilettiche, di disturbi al fegato, diabete, demenza deve prestare attenzione nell’assunzione di quetiapina. Anche chi ha avuto uno storico con livelli di globuli bianchi nel sangue bassi, di coaguli di sangue deve segnalarlo al medico prima di assumere questo medicinale, perché potrebbe dare problemi di salute. Il farmaco non va utilizzato sotto ai 18 anni di età.

Interazioni

Non va assunta se si stanno prendendo farmaci per la cura dell’HIV, azolici (per le infezioni da funghi), eritromicina oppure claritromicina per le infezioni, nefazodone (utilizzato in alcune tipologie di depressione).

Il farmaco può essere influenzato dal cibo, quindi le compresse vanno prese un’ora prima dei pasti o prima di andare a letto. Gli alcolici sono sconsigliati durante l’assunzione della Quetiapina perché la combinazione può dare sonnolenza. Un alimento sconsigliato durante l’assunzione di questo farmaco è anche il succo di pompelmo.

In gravidanza e in allattamento è bene consultare il medico prima di prendere questo medicinale. Esso infatti può determinare l’insorgenza di problemi nel feto e nel neonato. In alcuni casi il farmaco può dare sonnolenza, quindi è bene prestare attenzione nel mettersi alla guida e nel condurre macchinari pericolosi. In alcuni casi la Quetiapina ha sfasato i test delle urine, dando risultati positivi per la presenza di metadone e altri farmaci antidepressivi.

Effetti indesiderati

Alcuni soggetti hanno manifestato febbre, rigidità muscolare, sudorazione, sindrome maligna da neurolettici, movimenti muscolari incontrollati, capogiri, sonnolenza intensa, convulsioni, erezione persistente e dolorosa (negli uomini), stipsi con dolore addominale. Alcuni soggetti hanno manifestato peggioramenti dei sintomi della depressione. É insorta la voglia di farsi del male o di uccidersi, specialmente nella prima parte di trattamento con questo farmaco.

La quetiapina ha bisogno di tempo per agire, anche 2 settimane o più. Per questo è necessario portare un poco di pazienza: l’interruzione improvvisa dell’assunzione del farmaco, può determinare l’insorgenza di un aumento dei sintomi della depressione. In forma preventiva, prima di prendere il farmaco, parlarne con il medico e informare di questo eventuale problema un amico o un parente, per essere seguiti. Alcuni soggetti hanno manifestato un aumento di peso.

Posologia e modo d’uso

Il farmaco va preso seguendo le istruzioni del medico curante. La dose iniziale e poi quella di mantenimento dipende dal tipo di malattia per la quale si assume la Quetiadina. Di solito si tratta comunque di una dose quotidiana compresa fra i 150 mg e gli 800 mg. Il farmaco si assume una volta al giorno, deglutendo la compressa intera con acqua. Le compresse è meglio assumerle lontane dai pasti. Anche in caso vi siano dei miglioramenti, non interrompere mai l’assunzione del farmaco senza consulto medico. L’improvvisa interruzione può determinare l’insorgenza di problemi.

Previous ArticleNext Article