Diletta Leotta, Can Yaman dov’è? Quella mano sulla coscia che .. – FOTO

Diletta Leotta accende gli animi degli utenti di internet. La mano morta fa sussultare ma c’è da concentrarsi e guardare bene 

Diletta Leotta rappresenta il sogno proibito di molti uomini. La giornalista di Dazn è da sempre sognata e desiderata. Prima impegnata con il pugile Daniele Scardina, poi tornata single con tantissimi aspiranti pretendenti che si sono fatti avanti, poi le paparazzate con Zlatan Ibrahimovic ed infine lo scoop degli ultimi oggi.

Diletta e Can Yaman, l’attore turco della serie tv DayDreamer che sta facendo impazzire le donne di mezza Italia avrebbe scelto proprio lei.

Bellissimi insieme sono stati beccati più volte dai giornali di gossip ma per molti è tutta una montatura per far parlare di loro, per altri una bella favola tra due bellissimi dello spettacolo.

LEGGI ANCHE –>  Beatrice Valli in giro per Milano ritrova la libertà, favolosa – FOTO

Diletta Leotta, gambe fuori e mano morta, ma di chi?

E spulciando sul profilo di Diletta Leotta in cerca di qualche indizio spunta una foto compromettente. Uno scatto non degli ultimi giorni ma che risale alle vacanze di Natale che la bella giornalista ha trascorso nella sua terra natia, la Sicilia.

Impossibile non notare lo scatto, per due motivi. Uno perché lei compare insieme ad un uomo, il suo compagno di serata che non sappiamo chi sia. Ha un vestito pazzesco che mette in risalto le sue forme. Il suo scoppiettante decolleté e le sue gambe.

LEGGI ANCHE –>  Chiara Carcano, in reggiseno e dècollète “bollente”: sempre più bella – FOTO

Quasi tutte di fuori con il vestitino che si alza quando è seduta, abbraccia il suo accompagnatore e una mano che cade sulle sue cosce. Mano lunga? Nient’affatto, a guardare bene è la sua stessa mano che è poggiata sulle gambe, un particolare che non è sfuggito ai più attenti che prima hanno lusingato e poi hanno appurato la cosa.  Niente di male anche se all’istante i bollori della rete erano saliti alle stelle immaginando dell’altro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *