Donna uccisa a Genova, omicidio nel suo negozio: svolta nelle indagini

Clara Ceccarelli, la donna uccisa a Genova all’interno del suo esercizio commerciale, era stata lasciata lì dal suo assassino in fuga. Ci sono novità adesso.

Donna uccisa Genova
Si chiamava Clara Ceccarelli la donna uccisa a Genova Foto dal web

Donna uccisa a Genova nel suo negozio, c’è una svolta nelle indagini, durate appena poche ore. Dopo il ritrovamento del cadavere della povera Clara Ceccarelli all’interno del suo esercizio commerciale specializzato nella vendita di calzature, le forze dell’ordine sono riuscite ad arrestare il suo assassino. Si tratta dell’ex compagno, con la quale la relazione era giunta a termine quasi un anno fa, nella primavera del 2020. L’uomo, 59 anni ed identificato come Renato Scapusi, artigiano, è stato trovato in strada in stato confusionale dalla polizia del capoluogo ligure.

Leggi anche –> Incidente stradale, scena paurosa: finisce in tragedia FOTO

La donna uccisa a Genova aveva invece 69 anni e lascia un figlio 30enne. Dopo il delitto commesso ieri, l’omicida era fuggito dal negozio, inseguito da alcuni passanti ed esercenti. Nessuno però era riuscito a fermarlo. Il delitto ha avuto luogo poco prima delle ore 19:30 di venerdì 19 febbraio 2021, con ben 30 coltellate. Per la povera Clara Ceccarelli non c’è stato niente da fare. È riuscita a sopravvivere solamente per pochi secondi dopo l’assalto subito. Il personale medico del 118 l’ha poi trovata già priva di vita al suo arrivo. E l’assassino ha potuto agire indisturbato anche a causa delle pochissime persone in giro rispetto al solito, per via delle restrizioni anti pandemia.

Leggi anche –> WhatsApp, la soluzione per conoscere con quale nome vieni “salvato”

Donna uccisa, fermato dopo poche ore l’assassino: è il suo ex compagno

Le forze dell’ordine hanno anche accerto che Scapusi aveva dato adito a diversi episodi di stalking nei confronti di Clara, dopo la fine della loro storia d’amore. Solamente qualche giorno fa l’uomo era stato sorpreso ad urinare sull’ingresso del negozio della sua vittima. E poi le autorità lo avevano raggiunto in seguito ad una effrazione da lui compiuta in una scuola della città. Era sua intenzione togliersi la vita lanciandosi da una finestra. Subito dopo Scapusi ha ricevuto una visita psichiatrica che non ha portato a nessuna conseguenza. Ed anche ieri dopo l’omicidio compiuto avrebbe tentato di uccidersi, venendo arrestato prima di riuscirci.

Leggi anche –> Violento incidente, muore una bambina di 3 anni

Alle autorità aveva raccontato di avere perso il lavoro per via della crisi economica post-pandemia. Invece si è scoperto che ha scialacquato tutto per via del suo vizio del gioco d’azzardo. Parenti ed amici della donna uccisa descrivono quest’ultima come molto dolce ed affabile. Confermano inoltre che l’uomo era solito tormentarla da un anno a questa parte. La 69enne aveva subito svariati episodi di violenza e di maltrattamenti, eppure nessuno avrebbe mai pensato che il suo ex compagno sarebbe stato capace di arrivare a tanto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *