La dieta di Platinette, cambiamento incredibile: persi 30 kg

Platinette, il personaggio interpretato da Mauro Coruzzi, è cambiato in modo assurdo. Una dieta che in sei mesi lo ha rivoluzionato

Platinette, il personaggio sui generis interpretato da Mauro Coruzzi, è sempre stato identificato per il suo trucco importante, la sua parrucca bionda e la forma fisica possente, a tratti esagerata. Mauro Coruzzi oggi però è cambiato visibilmente e ha perso circa 30 kg in sei mesi.

Da tempo cercava di impegnarsi per perdere peso ma non ci era mai riuscito. Poi però la svolta ed i risultati tangibili che mostra anche con molta soddisfazione. In una intervista al settimanale DiPiù ha spiegato qual è il suo vero problema. È di origine nervosa, la mia è fame compulsiva – ha ammesso – Mangio anche quando non ce n’è bisogno e il mio disturbo non è genetico, ma è di natura psicologica”. Oggi con molta consapevolezza ne parla e spiega come ha fatto a vincere la sua battaglia.

Potrebbe interessarti anche: Dieta metabolica 6 kg in 10 giorni: per raggiungere una forma smagliante

La dieta di Platinette: “ecco come ho perso 30 kg”

Una dieta rigida e calibrata e una vita nuova per Mauro Coruzzi, in arte Platinette. L’opinionista ed esperto di musica nel corso dello scorso anno è riuscito a perdere 30 kg in sei mesi. Come? Affidandosi ad un nutrizionista e seguendo una dieta molto rigida.

Il decalogo da seguire si è composto, come lo stesso ha spiegato, di diverse fasi. Ha iniziato con dei digiuni depurativi e man mano prevedevano l’introduzione di liquidi e cibo cremoso fino a riassumere menù completi ma sempre bilanciati e regolari. Affianco alla dieta una buona attività fisica che gli hanno permesso di riacquistare agilità e salute.

Potrebbe interessarti anche: Dieta del riso e del tonno per perdere 4 kg in 7 giorni senza sforzo

Insomma un percorso non facile ma che questa volta Coruzzi ha affrontato con consapevolezza anche se ammette che in ogni caso deve stare attento e non strafare. Dopo il digiuno “la nutrizionista mi ha detto che potevo reinserire gli altri cibi, modificandone le quantità – ha spiegato per poi confessare che – Ora, mangiando poco e tutto, apprezzo di più il cibo”.

Infine confessa la sua regola per non esagerare con il cibo: “posare la forchetta sul bordo del piatto dopo ogni boccone. Assumo un giusto distacco, gusto e prendo il tempo che ci vuole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *