Dieta dei 4 kg in 3 giorni: per chi vuole dimagrire ma in poco tempo

La dieta dei 4 kg in 3 giorni è sicuramente il salvagente a cui dobbiamo aggrapparci all’ultimo minuto e perdere in breve tempo qualche chilo di troppo.

dimagrire
(Foto Pixabay)

A tutti è capitato che la bilancia un giorno sia stata particolarmente cattiva e non sarebbe un problema se non fosse per la necessità di dover indossare quel vestito un po’ strettino.

Ovviamente in questa situazione è normale andare in panico, ma niente paura! In questo articolo troverete alcuni rimedi e utili consigli per risolvere questo problema dell’ultimo minuto, senza fatica.

Vediamo in cosa consiste la dieta dei 4 kg in 3 giorni, per poter dare inizia alla sfida.

Dieta dei 4 kg in 3 giorni

Sgonfiare la pancia ed evitare problemi di ritenzione idrica è possibile con la dieta dei 4 kg in 3 giorni. Un regime alimentare inflessibile che aiuta a depurare l’organismo dalle avvenute scorpacciate.

dimagrire con carboidrati giusta cena
Come dimagrire (Pixabay)

Questa dieta può tranquillamente essere fatta da chiunque ma solo per 3 giorni e solo una volta ogni 3 mesi. Ovviamente, come per tutte le diete, occorre consultare il proprio medico o nutrizionista.

Poiché è fondamentale comprendere se in relazione all’età e allo stato attuale di salute è possibile intraprendere questo stile alimentare.

Il regime alimentare consiste in una dieta di 1200 calorie, molto facile e veloce, che consente di perdere da 2 a 4 chili in soli 3 giorni.

Come per tutte le diete, esistono dei suggerimenti che aiutano a raggiungere lo scopo, ovvero:

  • un cucchiaio di crusca d’avena al giorno, meglio se assunta al mattino o fiocchi d’avena come spuntino;
  • bere molta acqua con l’aggiunta di succo di limone;
  • utilizzare il miele al posto dello zucchero;
  • eliminare il pane bianco, le bevande gassate, zuccherate o alcoliche;
  • condire con olio extra vergine di oliva, poco sale e aceto di mele;
  • un solo caffè al giorno;
  • 30 minuti al giorno di attività fisica.

Primo giorno

  • Colazione: latte parzialmente scremato (gr 100), caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero e una fetta biscottata. In alternativa al caffè si può scegliere del tè o orzo a piacere, con un cucchiaino di zucchero e due fette biscottate.
  • Spuntino: un kiwi, oppure uno yogurt magro da 125 g o anche della frutta.
  • Pranzo: tonno sott’olio sgocciolato (una confezione da 80 g), pomodori oppure insalata o fagiolini e 40 g di pane, oppure un pacchetto di cracker da 25 g. In alternativa al tonno per pranzo potrebbero essere anche 150 g di patate al vapore, 200 g di peperoni arrostiti e conditi con olio a crudo e poco sale, 70 g di ricotta.
  • Merenda: 1 mandarino.
  • Cena: petto di pollo (130 g), insalata verde mista oppure delle zucchine, condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e 40 g di pane. In alternativa al petto di pollo, un minestrone di verdure e 50 g di prosciutto crudo, al posto del petto di pollo.

Secondo giorno

  • Colazione: latte parzialmente scremato (gr 100), caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero e una fetta biscottata. In alternativa al caffè si può scegliere del tè o orzo a piacere, con un cucchiaino di zucchero e due fette biscottate. In alternativa alle fette biscottate possono essere sostituite con 2 biscottini integrali.
  • Spuntino: uno yogurt magro da 125 g oppure della frutta.
  • Pranzo: formaggio light spalmabile da 60 g, pomodori, dell’insalata o fagiolini a piacere (condire un cucchiaino di olio extravergine d’oliva) e pane 40 g o un pacchetto di cracker da 25 g. In alternativa salmone cotto al vapore e 50 gr di songino condito con olio a crudo.
  • Merenda: un frutto a scelta o spremuta di arancia.
  • Cena: pesce 140 g, insalata verde mista o zucchine (condite con un cucchiaino di olio) e 40 gr di pane. In alternativa una zuppa di legumi e 1 uovo sodo.

Potrebbe interessarti anche: Dieta adatta per chi ha il corpo a pera: tutti gli alimenti idonei-Video

Terzo giorno

  • Colazione: latte parzialmente scremato (gr 100), caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero e una fetta biscottata.
  • Spuntino: un frutto, tipo kiwi oppure dello yogurt magro da 125 g.
  • Pranzo: un uovo sodo, dei pomodori o dell’insalata o fagiolini a piacere (condito con un cucchiaino di olio d’oliva) e 40 g di pane o un pacchetto di cracker.
  • Merenda: un frutto o una spremuta d’arancia.
  • Cena: una mozzarella light da 125 g, un’insalata verde mista oppure zucchine con un cucchiaino di olio e 40 g di pane.

È possibile sostituire un intero pasto con 50 g di pane con 30 g di companatico a scelta tra i salumi o da 130/150 g di pizza al taglio.

Le verdure possono essere sostituite da altri tipi a propria scelta.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *