Il segreto di Cannavacciuolo per il risotto cacio e pepe perfetto

Lo chef Cannavacciuolo ha confidato il suo segreto per creare ogni volta il perfetto risotto cacio e pepe: ecco cosa fa prima di impiattare questa fantastica ricetta. 

Cannavacciuolo risotto
(Foto da Instagram di @antoninochef)

Lo chef Antonino Cannavacciuolo ha raggiunto la fama grazie alla sua partecipazione a numerosi programmi culinari come MasterChef Italia e Cucine da incubo. Non sono per questo da sottovalutare le sue doti culinarie grazie alle quali si è guadagnato due stelle Michelin per il suo ristorante novarese. Proprio durante una puntata di Cucine da incubo lo chef Cannavacciuolo ha condiviso la ricetta del risotto cacio e pepe e il suo segreto personale per un piatto perfetto.

Il risotto cacio e pepe di Cannavacciuolo

Le antiche origini di questo piatto sono legate ai pastori abruzzesi e ormai è diventato un classico della cucina italiana rivisitato in molti modi e sempre delizioso grazie alla qualità degli ingredienti nostrani. La ricetta dello chef unisce gli ingredienti al riso Carnaroli non è difficile, è economica e richiede circa venti minuti.

risotto
(Foto Pexels)

Ingredienti per il risotto

Le dosi per quattro persone sono:

  • 300 g di riso Carnaroli;
  • 50 g di Pecorino Romano Doc;
  • q. b. di Pepe Nero da macinare;
  • q. b. di brodo vegetale;
  • 40 g di burro;
  • 50 g di Parmigiano Reggiano.
  • q. b. di sale;

Potrebbe interessarti anche: Spaghetti integrali con un pesto insolito, una ricetta gustosa e salutare

La preparazione del risotto

Lo chef Cannavacciuolo consiglia per questo risotto di evitare il soffritto, in questo modo il piatto risulterà più leggero, dal gusto naturale e con meno grassi. Il riso va quindi versato semplicemente in pentola e fatto tostare leggermente. Anche per il brodo lo chef Antonino ha delle preferenze, per gli ingredienti consiglia pochi pezzi di pollo o gallina, una carota, del sedano e della cipolla.

Il riso va cotto aggiungendo poco per volta il brodo vegetale e del pepe e raggiunge la giusta cottura in circa quindici minuti. Il fuoco va spento quando il riso è ancora al dente per non rischiare di scuocerlo nella fase successiva. Per realizzare la mantecatura aggiungere alla pentola il burro, una buona macinata di pepe, sale e olio seguiti dal Pecorino e dal Parmigiano Reggiano appena grattugiati.

L’ordine degli ingredienti per la mantecatura è molto importante, questi sono i passaggi grazie ai quali lo chef Cannavacciuolo ottiene un risotto ricco di sapore nel quale tutti i componenti si legano alla perfezione.

Potrebbe interessarti anche: Antonino Cannavacciuolo torna indietro nel tempo, ricordi d’infanzia per nuove proposte

Per impiattare il consiglio è di versare il risotto a specchio nel piatto guarnendolo con scaglie di pecorino e un’ultima spolverata di pepe nero.

Elena Oldani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *