Giulia e Sangiovanni: il primo amore estivo e la libertà di essere se stessi, l’intervista (VIDEO)

Giulia e Sangiovanni: il primo amore estivo e la libertà di essere se stessi contro ogni discriminazione. L’intervista e il cortometraggio per Vanity Fair.

Giulia Sangiovanni intervista
(Google Images)

Giulia e Sangiovanni: la coppia più amata e seguita del momento ha deciso di partecipare ad un nuovo progetto lanciato da Vanity Fair. Si chiama “Summer of Love”, una rubrica in cui giovani tra i 15 e 20 anni raccontano il proprio rapporto con l’amore e la sessualità. L’obbiettivo? Mostrare il coraggio di una generazione ad amare contro ogni discriminazione, urlando la propria libertà, accettando la diversità e imparare così ad essere liberi. L’intervista dei due ex concorrenti di Amici è stata montata in un cortometraggio per Vanity Fair. Di cosa si tratta.

Giulia e Sangiovanni: la prima volta, l’estate e il vento tra i capelli: l’intervista ufficiale

Giulia Stabile, ballerina vincitrice dell’ultima edizione di Amici e Sangiovanni, vincitore della sezione canto, sono la prima cosa bella. In un’intervista per Vanity Fair si raccontano senza filtri, con l’ingenuità dei loro 18 anni, parlano di ciò che sono, ciò che amano, delle loro paure. Con tenerezza e trasparenza, i due si mischiano ai colori dei tramonti estivi dove hanno scattato, sempre per Vanity Fair. Giulia è come l’estate, calda e sorridente, Sangiovanni è un eroe romantico pronto a difendere i suoi ideali. Ecco il cortometraggio:

Sangiovanni e Giulia
(Google Images)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SANGIOVANNI BABY💋👩🏻‍🎤 (@sangiovanni)

L’estate e l’amore per due ragazzi di 18 anni

Cos’è l’estate secondo Giulia e Sangiovanni? E’ una stagione aperta, senza confini e piena d’aria in cui c’è spazio per tutti. “Farsi inafferrabili come l’orizzonte”, afferma il cantante senza nessun confine. E invece com’è l’amore per due ragazzi così giovani e alle prime armi? Sicuramente un territorio inesplorato in cui ogni sensazione provata per la prima volta si amplifica nelle sue sfumature di percezione. I corpi che si sfiorano per la prima volta, gli odori che inebriano i sensi, il formicolio allo stomaco, la mancanza dell’altro.

“Che ti manca quasi l’aria, non hai niente sotto ai piedi e un po’ hai paura, un po’ ti lasci andare”, dice Giulia. Come stare sulle giostre, “salgo io poi sali pure tu”, recita la nuova hit estiva Malibù, di Sangiovanni. Un amore nato tra i banchi di Amici, nato da un profondo affetto reciproco prima che da un desiderio puramente sessuale.

La sessualità secondo Giulia e Sangiovanni

“Essere una cosa sola, in tutti i sensi. Lo immagino, ma non è ancora successo”, svela la ballerina. La paura di ridurre tutto ad un atto di poco conto svilendo la bellezza di un sentimento così puro, come un amore tra adolescenti, il primo amore che non si scorda mai. Fare l’amore è il carbone che alimenta il fuoco, è necessario secondo Sangiovanni, ma si può fare anche senza toccarsi. Arriverà quando sarà il momento.

amore
(Foto pexels)

Potrebbe interessarti anche: Sabrina Ghio ricoverata d’urgenza: paura per l’ex concorrente di Amici

Urlare la propria libertà e fregarsene dei giudizi altrui, contro ogni discriminazione

Per i due ex concorrenti di Amici non è sempre stato tutto rose e fiori. Un passato traumatico li accomuna fatto di derisioni e mancato senso di adattamento. “La risata “insana” di Giulia. Il mio smalto “da frocio”. Come la mia maglia rosa. I suoi piedi “storti e orribili”. Che effetto fanno?”, si chiede Sangiovanni. Che problemi possono avere coloro che giudicano una scelta estetica, un orientamento sessuale o il modo di essere di una persona libera. Sicuramente un giudizio, privo di senso critico e quindi sterile, che nasce da un profondo senso di frustrazione e rigidità mentale.

Giulia, a scuola, veniva costantemente bullizzata e derisa per il suo aspetto fisico troppo magro, i piedi storti inadatti alla danza, la sua risata ossessiva. “Sei forse pazza?” le dicevano, mentre lei correva in bagno a piangere. La danza è stata la sua salvezza, solo così lasciava quei giudizi alle spalle e stava bene con se stessa e con il mondo. Così come Sangiovanni, soffocato da un ambiente omologante che ci vuole tutti uguali.

Il desiderio più grande dei due ex concorrenti di Amici

E quindi quale sarebbe la soluzione alle ingiustizie della vita secondo questi due ragazzi? Per Sangiovanni, occorrono delle leggi più concrete che tutelino i più deboli, coloro che sono oggetto di derisione, che sono considerati diversi solo per essere se stessi. Una multa per chi ha il coraggio di accettare gli altri per via di una propria chiusura mentale. Giulia, invece, vorrebbe fare la differenza e dare l’esempio. Mettersi a nudo nella sua fragilità e nella sua forza può incoraggiare chi come lei si è sempre sentito di meno, pur essendo di più, chi crede di non meritarsi di essere libero e felice. Basta omologarsi ad un ideale estetico imposto dall’alto, basta sentire la necessità di cambiare solo per piacere agli altri, è ora di accettarsi per ciò che siamo, nella nostra bellezza e unicità: ecco il segreto della felicità.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *