Dieta del limone: schema e consigli per perdere 3 chili in 7 giorni

La dieta del limone è una guida per chi si pone il doppio obiettivo di perdere peso e di purificare il proprio organismo grazie a questo benefico alimento.

donna mangia limone
(Foto Pixabay)

Che la diffusione di questo frutto dalle molteplici proprietà sia dovuta agli europei, ai cinesi o agli arabi di certo ciò che oggi abbiamo è un enorme dono.

Un vero e proprio piccolo sole da sistemare sulle nostre tavole, donando freschezza e la giusta acidità alle nostre pietanze.

Sono davvero tante le località che vantano la qualità dei propri limoni e viste le molteplici differenze, siamo tutti d’accordo nel dire che qualsiasi sia la provenienza si tratta di un alimento eccezionale.

Con la dieta del limone potremo usare questo prezioso frutto per ritrovare la nostra forma migliore.  Scopriamo come!

Dieta del limone

Con la dieta del limone sarà non solo possibile perdere circa 3 chili in 7 giorni ma anche sgonfiare l’addome e idratarsi.

limonata
(Foto Pixabay)

La dieta del limone è un piano alimentare che non solo ci permetterà di tornare in forma in breve tempo ma grazie alle proprietà di questo frutto, apporterà nell’immediato, degli importanti miglioramenti al nostro organismo.

Il limone infatti possiede diverse proprietà ed ha molteplici benefici, come:

  • accelera il metabolismo;
  • disintossicante;
  • drenante;
  • ricco di numerosi nutrienti e antiossidanti (per contrastare le malattie legate all’invecchiamento)
  • efficace digestivo;
  • limita la cellulite;
  • migliora i livelli di ferro, prevenendo l’anemia;
  • ottimizza la glicemia.
  • aiuta la colesterolemia;
  • placa il senso di fame;
  • previene i calcoli renali;
  • riduce il rischio cardiovascolare;
  • riduce il rischio di cancro;
  • limita la ritenzione idrica.

Ecco perché eseguire la dieta del limone ha un valore aggiunto oltre alla voglia di volere dimagrire. Ovviamente trattandosi di una dieta piuttosto severa non deve andare oltre un mese.

Ricordiamo che è sempre bene rivolgersi ad un esperto nutrizionista, in particolare se soffrite di malattie, se si assumono farmaci (in particolare anticoagulanti).

È sconsigliato per i diabetici, per le persone allergiche, per chi soffre di gastrite, reflusso gastro-esofageo o disfunzioni cardiache, o se siete in uno stato di gravidanza/allattamento.

Cosa mangiare

  • Appena sveglia: succo di limone in acqua tiepida
  • Colazione: frutti rossi (meglio melograno e mirtilli rossi delle ciliegie e dei lamponi) yogurt bianco magro e fiocchi d’avena.
  • Spuntino: macedonia di frutta e abbondante succo di limone.
  • Pranzo: insalata di farro condita con succo di limone e zenzero a piacere, pane di kamut o di grano saraceno. Per concludere 1 yogurt bianco o in alternativa 1 kiwi.
  • Spuntino: 1 grappolo d’uva e 1 cucchiaio di semi di girasole.
  • Cena: filetto di branzino alla brace o al forno, condito succo di limone, verdure a foglia verde cotte a vapore, 1 dolcetto senza glutine.
  • Prima di andare a letto: succo di limone in acqua tiepida o calda.

Alternative da poter utilizzare tutta la settimana:

  • due uova sode o frittatina con verdure o ortaggi e contorno;
  • riso integrale con verdure, ortaggi, tonno sott’olio sgocciolato e un contorno;
  • insalata di patate con fagiolini, mais e pomodorini;
  • riso o pasta con legumi;
  • fior di latte o ricotta e un contorno;
  • arrosto di tacchino e un contorno;
  • prosciutto crudo magro o bresaola e un contorno.

Per ottenere seri risultati, sarà importante eseguire la dieta del limone per l’intera settimana e non di più.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *