Raffaella Carrà: un tumore ai polmoni è stato la causa della morte

Un triste dettaglio è stato rivelato sulla causa della morte di Raffaella Carrà: la showgirl più amata di sempre soffriva di un tumore ai polmoni.

raffaella carrà tumore polmoni causa morte
(Foto Getty Images)

Una notizia che ha lasciato tutti di stucco quella giunta lunedì scorso sul decesso di Raffaella Carrà, probabilmente, la showgirl più amata d’Italia. Un triste dettaglio svelato da un medico dell’Università La Sapienza ha rivelato qualcosa di inimmaginabile. Raffaella Carrà ha combattuto privatamente contro un tumore ai polmoni ma il 5 luglio è stata sconfitta e proprio quel brutto male è stato la causa della morte. Il medico ha inoltre svelato che il fumo è in parte responsabile per l’accaduto.

La malattia ereditata

Quando la notizia della sua morte è stata divulgata ha lasciato tutti senza parole e in uno stato di lutto nazionale. Ha sorpreso quasi di più la rivelazione su cosa ha portato via Raffaella Carrà lo scorso lunedì.

Raffaella Carrà
(Foto Getty Images)

La showgirl soffriva ormai da tempo di un tumore ai polmoni ma aveva deciso di affrontare la malattia privatamente. Soltanto le persone a lei più intime erano a conoscenza del brutto male che l’aveva colpita. Raffaella aveva deciso di non allarmare il pubblico per lasciare un ricordo felice e inalterato di sé stessa.

Nella famiglia della Carrà non era la prima volta che una malattia simile colpisse qualche componente. La madre di Raffaella era morta proprio a causa di un tumore ai polmoni. Iris Dell’Utri si era spenta a soli 63 anni per un carcinoma polmonare, lo stesso che ha colpito anche la figlia a distanza di anni.

Potrebbe interessarti anche: Raffaella Carrà, i Vip salutano commossi la showgirl: da Pippo Baudo a Tiziano Ferro

Il problema con il fumo di Raffaella Carrà

La genetica è stata quindi la principale causa della morte di Raffaella Carrà, ma non è stata l’unica. A giocare un triste ruolo nella vicenda è stato anche lo stile di vita della showgirl. Il dottor Giovanni Mangiaracina dell’Università La Sapienza di Roma ha confermato entrambe le ipotesi.

La genetica ha avuto un ruolo importante ma altrettanto influenti sono state le scelte di Raffaella. Il medico che è anche presidente dell’Agenzia nazionale per la Prevenzione ha spiegato come il fumo abbia degli effetti ancora più pesanti sul corpo femminile in quanto i polmoni delle donne sono più piccoli rispetto a quelli degli uomini.

Potrebbe interessarti anche: Smettere di fumare: 10 semplici step chiave per riuscire finalmente a farlo

Gli effetti del fumo di sigaretta sono quindi tre volte maggiori nelle donne e il medico sostiene che questo abbia accelerato la malattia, togliendo forse dieci anni di vita alla showgirl. Nemmeno il dottor Paolo Marchetti, uno degli oncologi più apprezzati di Roma ha potuto salvare Raffaella dal suo male.

Elena O.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *