Gianni Morandi: la lettera commovente in ricordo di Raffaella Carrà

Gianni Morandi ricorda con una lettera l’adolescenza trascorsa insieme all’amatissima Raffaella Carrà venuta a mancare qualche giorno fa. I dettagli.

Gianni Morandi lettera Raffaella Carrà
(Getty Images)

Gianni Morandi, come tanti altri, ricordano Raffaella Carrà venuta a mancare qualche giorno fa per un tumore ai polmoni. In tantissimi hanno deciso di renderle omaggio nei modi più svariati, alcuni fan ad esempio hanno indossato abiti del suo colore preferito, il giallo, durante il funerale. Morandi invece ricorda i bei momenti trascorsi insieme a Raffaella con una lettera commovente postata sul proprio profilo Instagram.

Gianni Morandi ricorda Raffaella Carrà: “Ti sarai accorta di quanto ti vogliamo bene”

Gianni Morandi ha deciso di postare sul proprio profilo Instagram una lettera privata, diventata subito virale, in ricordo dell’amica Raffaella Carrà venuta a mancare tragicamente qualche giorno fa. Era circondata da amore, tutti le volevano bene e questo è l’ennesima prova. Una foto in bianco e nero ritrae Gianni e Raffaella all’inizio della loro brillante carriera. “Ti sarai accorta di quanto affetto e quanto amore abbiamo per te visto che ci hai fatto compagnia per più di mezzo secolo”, afferma commosso Morandi. L’inizio della loro carriera assieme, a Canzonissima, coincide con gli esordi della loro longeva amicizia. Raffaella con il suo sorriso, i suoi balletti e le sue canzoni ha tenuto compagnia a tutti gli italiani sempre con il sorriso, fino alla sua ora.

Gianni Morandi
(Getty Images)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianni Morandi (@morandi_official)

Morandi continua ricordando come quella tragica notizia abbia in realtà riportato il sorriso e l’energia di Raffaella nelle case di tutti gli italiani ricordando la grande donna che fu e che sarà nel ricordo di tutti.

Morandi e le parole piene di commozione

Le parole di Gianni Morandi poi si rivolgono ad un episodio privato della sua vita. Ricorda infatti l’adolescenza trascorsa a Bellaria con Raffaella Carrà nei magici anni ’60. Morandi cantava al Caffè “Nuovo Fiore”, in Piazza Matteotti e la nonna di Raffaella lo guardava incantata dalla finestra salutandolo sporadicamente. Allora lei abitava con la nonna e scendeva qualche volta in sala “Cristallo” a giocare a ping pong con altri ragazzi coetanei. Morandi ricorda come fosse sempre circondata di attenzioni maschili alle quali lei non ha mai ceduto con volgarità. Anzi, ricorda Raffaella come una donna libera, indipendente e soprattutto determinata a seguire la sua passione irrefrenabile per la danza e per il canto.

Morandi menziona poi gli incontri a Canzonissima con Corrado, o ancora a Pronto Raffaella a Carramba e tanti altri momenti emozionanti. Fino a che qualche anno fa non hanno cantato e ballato insieme all’Arena di Verona. Infine ricorda quando dopo il suo incidente con il fuoco, Raffaella lo aveva chiamato per sapere come stava e in romagnolo gli aveva detto: “Burdel, basta zughé cun e fog!”.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *