Alex Zanardi, l’incidente non fu colpa del camionista: i dettagli

Alex Zanardi, arriva la decisione del giudice sull’incidente del giugno 2020: nessuna responsabilità per il conducente del camion.

alex zanardi incidente
(Foto Getty Images)

Il Gip che si occupa del caso ha deciso: non c’è stata alcuna responsabilità colposa per Marco Ciacci, alla guida del tir che nel mese di giugno 2020 ha investito Alex Zanardi in un rovinoso incidente, che ancora oggi costringe l’ex campione a restare in una clinica specializzata. Tutti i dettagli e come sta oggi.

Incidente Alex Zanardi: responsabilità, inchiesta, indagini

Era il 19 giugno 2020 quando il campione paralimpico ed ex pilota di Formula Uno Alex Zanardi fu investito da un camion a bordo della sua handbike.

Alla guida del pesante mezzo c’era Marco Ciacci, indagato a seguito dell’incidente con accusa di lesioni colpose gravissime: lo scorso 26 aprile, però, il Gip aveva accolto la richiesta di archiviazione.

alex zanardi come sta
(Foto Getty Images)

Potrebbe interessarti anche: Gianni Morandi e l’incidente: “Non so come ho fatto a salvarmi”

La famiglia Zanardi, però, ha sempre sostenuto che ci fosse un’invasione della corsia, causando la reazione di Alex che sterzò di colpo. Pertanto, si è opposta fin da subito a tale richiesta.

Oggi arriva invece l’archiviazione di ogni accusa: non è il camionista alla guida del tir ad essere responsabile dell’incidente e delle conseguenti lesioni subite da Alex Zanardi.

Come sta Zanardi oggi? Gli aggiornamenti

Ma quali sono, oggi, le condizioni di salute di Alex Zanardi dopo oltre un anno dall’incidente? Ricoverato in una clinica specializzata, l’atleta sta continuando la lunga e difficile riabilitazione per recuperare dalle ferite.

Secondo gli ultimi aggiornamenti che Daniela, moglie di Alex, ha dato poche settimane fa alla stampa i progressi sarebbero molto lenti e difficili.

Potrebbe interessarti anche: Enrica Bonaccorti, notte al pronto soccorso: le sue condizioni adesso

Alex Zanardi ha subito una serie di interventi neurochirurgici e ad oggi è in condizioni stabili, al punto tale da poter lavorare a un recupero sia di natura fisica che neurologica.

Infine, un dettaglio importante: “Riesce a comunicare con noi, ma non è ancora in grado di parlare”, ha dichiarato la moglie del campione secondo la quale, ad oggi, non è possibile fare alcun tipo di previsione sui tempi di guarigione né tanto meno sul ritorno a casa di Zanardi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Niccolò Zanardi (@niccolo_zanardi)

C.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *