Salmo attacca Fedez: la risposta del cantautore accende la polemica

Salmo attacca Fedez e Federico Lucia risponde. Il concerto organizzato a Olbia da Maurizio Pisciottu è la goccia che fa traboccare il vaso: la vicenda.

Fedez Codacons
(Getty Images)

Il concerto di Salmo organizzato in Sardegna qualche giorno fa, con assembramenti e fan senza Green Pass, ha scatenato l’opinione pubblica: polemica nei confronti del cantautore Maurizio Pisciottu che prova a spiegare le proprie ragioni prima con un post Instagram dove se la prende con i colleghi artisti che non sanno – secondo lui – farsi rispettare abbastanza e poi in un video di approfondimento alla questione in cui spiega perché si è scagliato contro Fedez.

Il collega del rapper sardo non ci sta e risponde: vien fuori un dissing a distanza tra Salmo e Federico Lucia. Botta e risposta a colpi di stories. Era già successo al cantautore di Rozzano con Marracash e Guè Pequeno, querelle poi dissolta in una bolla di sapone. Stavolta la storia è un po’ diversa perché di mezzo ci sono le regole della comunità sarda che non sarebbero state rispettate appieno: le norme vigenti sono state – secondo i report delle autorità – trasgredite in toto.

Leggi anche – Carlotta Mantovan, lei sorride in vacanza con un altro vip FOTO

Salmo contro Fedez, il concerto della discordia: cosa è successo in Sardegna

Fedez
(Getty Images)

Salmo difende il proprio lavoro dicendo: “Mi aspettavo di ricevere quintalate di insulti (parola edulcorata per ragioni di comprensione), ma quello che ho fatto io avreste dovuto farlo tutti voi artisti che siete al palo da un po’. Invece di indossare Gucci e Cartier uscite dalle vostre case e battetevi per la musica, come ho fatto io. Mi sa che, però, a voi della musica non ve ne frega niente. Fedez, io non ho partecipato alle tue iniziative perché mi stai antipatico, non te l’ho mai nascosta come cosa. Tuttavia ti ho chiesto un consiglio su come raccogliere fondi per la Sardegna perché tu in questo sei bravissimo. Non sei un artista, ma un politico. Quello devi fare e te lo auguro, ma io devo sapere con chi sto parlando. Buone vacanze, fai come se fossi a casa mia”, conclude il rapper.

Non tarda ad arrivare la risposta – sempre a mezzo stories – di Federico Lucia: “Se ti chiedi con chi stai parlando – scrive Fedez – stai parlando con un adulto che non mette a rischio il lavoro e la condizione di una comunità per il proprio ego. Mi hai chiesto delle cose, ho risposto e ho spiegato come contribuire per la Sardegna, ma non hai voluto ascoltarmi perché ti sto antipatico. Chi mette davanti le proprie antipatie al bene del Paese è solo un ragazzino”.

Ferri corti a Ferragosto: un dissing a distanza in piena regola che ha coinvolto l’opinione pubblica e tanti artisti colpiti dal dibattito fra i due. Acceso è dir poco, al punto che De Gregori – non proprio uno qualsiasi – sale in cattedra e cerca di trovare un equilibrio. “Bisogna cercare di capire, non solamente condannare”. Sono così aperte le faide tra pro Fedez e pro Salmo. Gli oppositori dell’una e dell’altra fazione sono pronti a deflagrare: il rischio è che una questione seria diventi l’ennesima discussione da bar. Anzi, da social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *