Seat Music Awards, Pio e Amedeo (contro Fedez): bufera social sui comici

Seat Music Awards, Pio e Amedeo nella prima puntata del premio televisivo si scagliano contro Fedez in uno dei loro monologhi: i social non perdonano.

Fedez Codacons
(Getty Images)

I Seat Music Awards, premio televisivo appannaggio della Rai ormai da qualche anno, nella prima puntata non hanno smentito le attese. Diversi argomenti sono stati oggetto di discussione, ma l’argomento principale è stato – almeno guardando le tendenze social – il ritorno di Pio e Amedeo in televisione dopo alcuni mesi di assenza. L’ultima volta erano su Canale 5 con il loro show in prima serata “Felicissima sera” che ha visto inizialmente un buon riconoscimento di pubblico per poi affievolirsi dopo alcuni monologhi non ritenuti all’altezza secondo una platea sempre più esigente non solo in Rete.

Stavolta, il duo comico pugliese se l’è presa con Fedez: il loro stile scanzonato e irriverente è tornato sulle censure relative al Primo Maggio ai danni del cantante. Una serie di battute non sono andate giù al cantautore che, a tarda notte, su Instagram, ha risposto per le rime: l’arma è sempre l’ironia, ma determinate puntualizzazioni sono sembrate al vetriolo. “Spero di essere presto un rivoluzionario e un antisistema come voi che avete sdoganato la parola ne***0 e fr***o in televisione. Avete perso un po’ lo smalto, se volete ve ne presto un pochino”.

Leggi anche – Sangiovanni, l’imprevisto sul palco: il pubblico reagisce così | VIDEO

Seat Music Awards, Pio e Amedeo si scagliano contro Fedez: gli utenti non ci stanno

ferragni fedez leone arrabbiato
(Foto Getty Images)

Un dissing – per usare il termine caro a Fedez che viene dal mondo dell’Hip Hop – che lascia ancora interdetti. In molti hanno pensato ci fosse della dietrologia da parte della Rai che avrebbe – sempre stando al racconto social dei commenti più rilevanti – ingaggiato Pio e Amedeo per “rispondere” alle accuse di Fedez in merito alla censura del Concertone. Il suo monologo ancora risuona nelle orecchie di molti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pio e Amedeo (@pioeamedeo83)

Forse proprio perché c’è stata tutta questa querelle ad animare un sentimento lecito come può essere quello del dissenso. Purché fatto in maniera civile. Così, tra il serio e il faceto, ognuno ha portato avanti la propria parte in commedia. Ai posteri l’ardua sentenza, anzi ai post visto che ad alcuni utenti tutta questa situazione – per sviluppo ed evoluzione – non è ancora andata giù. Nelle prossime puntate, magari, sarà possibile fare ordine nel caos non solo mediatico. Seat Music Awards, buona la prima, se non altro perché ha restituito quell’aria frizzante e un pizzico provocatoria che, dentro e fuori dal palco, mancava da un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *