Clementino, la confessione in diretta: “Ho cambiato vita improvvisamente”

Clementino, al secolo Clemente Maccaro, racconta luci e ombre della proopria carriera ai microfoni di “Buoni o Cattivi” con Veronica Piergentili.

Clementino-operazione
Clementino si racconta a “Buoni o Cattivi”.

Clemente Maccaro emoziona con la verità. L’artista campano, meglio noto con lo pseudonimo di Clementino, lascia di stucco i fan. Stavolta, però, non è merito di una strofa – che nell’ambiente Rap definiscono barra – o un brano: il successo arriva grazie alla sua schiettezza. Quella che l’artista ha sempre messo cantando, per una volta – ai microfoni di “Buoni o Cattivi” con Veronica Piergentili – l’ha restituita raccontando sé stesso.

Una vera e propria confessione nel programma di Italia Uno che ha messo in evidenza anche le ombre di un animale da palcoscenico. Clementino per anni è stato sulla cresta dell’onda: l’unico, o quasi, in Italia capace a parlare alle masse con l’Hip Hop in maniera fruibile anche a coloro che erano digiuni di una cultura in espansione.

Leggi anche – La dieta di Adriana Volpe: come si tiene in forma l’opinionista del GF

Clementino ammette: “Non sono più quello di un tempo”

Il rapper tra luci e ombre su Italia 1 (Getty Images)
Il rapper tra luci e ombre su Italia 1 (Getty Images)

Poi, qualche anno fa, lo stop: una battuta d’arresto forzata dovuta a problemi personali. Il cantante era finito nella morsa della droga, da cui è riuscito a uscire con l’ingresso in una comunità. Clementino ha lasciato il posto a Clemente: un divo che torna umano e riparte da sé stesso.

Questo e molto di più ha raccontato a Veronica Piergentili: “A vent’anni, quando ti ritrovi a vivere da solo con tuoi coetanei, è normale lasciarsi trascinare da queste cose. Ho provato qualsiasi tipo di droga, tranne l’eroina, per paura. Il fondo l’ho toccato quando non mi sono presentato alla conferenza stampa di lancio del mio disco. C’erano tutti i giornalisti, ma io non ce la facevo ad essere presente. Ho fatto chiamare un mio amico dicendo di avere la febbre, cavolata gigantesca. Da lì ho capito che dovevo andare in comunità. Quando hai successo sembra che puoi fare qualunque cosa, ma non è così”.

Il vissuto del cantante ha colpito gli affezionati in grado di apprezzare la sincerità del rapper che, di recente, è tornato prepotentemente sulla scena musicale italiana. Anche un film in arrivo, con Sergio Castellitto e Sandra Milo: “Il materiale emotivo”, in uscita ai primi di Novembre. Proprio sull’emotività punta l’artista per ricostruire una carriera già sfavillante dove primeggia l’interesse per la collettività e la voglia di lasciare un segno, con l’eclettismo che lo contraddistingue, e soprattutto lontano da un certo tipo di tentazioni di cui – fortunatamente – non è più schiavo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *