Influencer istruzioni per l’uso. Quello che devi sapere se vuoi fare questo lavoro

Il lavoro da influencer è quello più ambito in questo momento, se anche tu vuoi cimentarti in quest’avventura devi conoscere alcune cose che potrebbero tornarti utili. 

Influencer - immagine dal web (1)
Influencer – immagine dal web

Il tuo lavoro dei sogni è fare l’influencer? Beh, allora non puoi esimerti dal conoscere i trucchi del mestiere ma soprattutto quello che occorre per svolgere questo lavoro. La figura da influencer nasce negli ultimi anni, Instagram è pieno di influencer che vivono grazie alle loro qualità comunicative, grazie al rapporto che si crea con i follower, grazie a quel mondo magico fatto di lustrini, feste e soldi, una montagna di soldi.

L’influencer più famosa al mondo e probabilmente colei che ha dato vita alla categoria è Chiara Ferragni, che ha fatto delle sue passioni il suo lavoro. La Ferragni è diventata un istituzione, grazie alla sua sola presenza ad un evento le azioni in borsa di quel brand schizzano alle stelle. Chiara è una miniera d’oro vivente.

Potrebbe interessarti anche —-> S.O.S. bancomat, pin scoperti e conti al verde. Come puoi difenderti?

L’influencer in Italia è considerata/o un libero professionista, ovvero colui/colei che accetta una collaborazione sotto compenso economico, in base a quelli che sono gli accordi con gli interessati. Ovviamente questi compensi sono soggetti ad un regime tassativo, pertanto devono essere fatturati con regolare P.IVA. 

Per essere in regola con il fisco bisogna dichiarare i guadagni

canone rai, arretrati
soldi (da pixabay)

Dal momento che l’influencer guadagna vendendo la sua immagine o pubblicizzando un prodotto, tutti i guadagni devono essere dichiarati per non essere evasori fiscali. In base all’attuale legge italiana se le collaborazioni non superano i 5 mila euro annui occorre semplicemente dichiarare i guadagni mediante ritenuta d’acconto, in caso contrario occorre la P.IVA.

Dal momento che l’influencer guadagna in base ad un regime fiscale, con la P.IVA necessita di un codice Ateco, che rappresenta una determinata categoria lavorativa di appartenenza, in base al quale verserà le tasse annualmente.

Potrebbe interessarti anche —->  Aumenti e rincari sulla spesa: quanto ci costerà?

Per essere sempre in regola con il fisco è necessario rivolgersi ad un esperto del settore, ovvero ad un dottore commercialista che curerà gli interessi dei suoi clienti.

Se il reddito dell’influencer è minore o uguale a 65 mila euro annui il regime di appartenenza è quello agevolato, ovvero il regime forfettario.

Se il reddito dell’influencer è maggiore di 65 mila euro, il regime di appartenenza è quello ordinario.

Potrebbe interessarti anche —> Benzene cancerogeno nei deodoranti spray: la lista dei prodotti ritirati

Se ci tieni molto a fare questo lavoro è bene che cominci anche a pensare di dover metterti in regola con il fisco e che ogni regime ha i suoi costi in termini di tasse e contributi. Buona fortuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *