Come congelare la pasta della pizza, le dritte di Benedetta Rossi

Come congelare la pasta della pizza per averla sempre a portata di mano se arriva la voglia improvvisa? Ce lo spiega Benedetta Rossi

impasto pizza
Foto di Daniel Naor da Pixabay

Senti pizza ed alzi la mano? A chi non piace la pizza? A pranzo come a cena, per uno spuntino veloce, la pizza è uno dei pasti più amati dagli italiani e non solo. Un grande classico per il sabato sera ma amata in qualsiasi momento della settimana.

Buona da mangiare in pizzeria, rappresenta una grande soddisfazione realizzarla anche in casa con le proprie mani. Che sia sottile come vuole la tradizione romana, alta come la napoletana, in teglia o no, la pizza regala sempre grandi soddisfazioni. È difficile che la pasta della pizza avanzi, ma chi è furbo e vuole creare dell’impasto in più può benissimo conservarlo in freezer e tirarlo fuori all’occorrenza. Ma come congelare la pasta della pizza nel modo giusto? Lo vediamo insieme con le dritte di Benedetta Rossi.

Come congelare la pasta della pizza, tutti i consigli di Benedetta Rossi

impasto pizza
Foto di Daniel Naor da Pixabay

Pasta della pizza pronta, come congelarla nel modo giusto per averla a portata di mano se arriva la voglia improvvisa? A tutto questo risponde Benedetta Rossi che ci spiega passo passo come fare.

Potrebbe interessarti anche:  Mele: come trasformarle in due nuove specialità gustosissime

La pasta della pizza può essere congelata quando non ha ancora fatto la lievitazione. In questo caso, secondo le dritte di Benedetta, serve avvolgere il panetto prima nella pellicola trasparente per alimenti e poi nel sacchetto per il freezer.

Se l’impasto ha già fatto la lievitazione, invece, è necessario stenderlo su un foglio di carta forno, darle la forma che si preferisce, quindi quadrata o tonda e arrotolarla su sé stessa e inserire in un contenitore o nel sacchetto per congelare. In questo modo quando si scongela (a temperatura ambiente) l’impasto della pizza è già steso e pronto per essere condito e infornato. Il consiglio della food blogger è quello di lasciarlo in frigo per non far subire uno shock termico.

Potrebbe interessarti anche: Burro di arachidi: cos’è, come si prepara, usi in cucina

In ogni caso la pizza una volta stesa in teglia va lasciata lievitare almeno mezz’ora e poi ognuno può sfiziarsi a condirla secondo i propri gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *