Fagiolini, come si possono conservare?

Fagiolini, come si possono conservare in maniera adeguata? Ecco qualche metodo per averli sempre pronti all’uso per ogni occasione

fagiolini-come-conservarli
fagiolini (da pixabay)

I fagiolini non sono altro che il baccello acerbo del fagiolo. Sono solitamente di forma allungata o curva, dai colori brillanti che possono passare dal verde al violaceo, a seconda della varietà che abbiamo scelto. Hanno svariate qualità: contengono fibre, sono anti-ossidanti e hanno una quantità davvero molto bassa di calorie. Alcuni individui possono essere allergici e sono sconsigliati quando si soffre di calcoli renali.

Negli altri casi, coinvolgerli nelle nostre ricette è sempre una scelta vincente. Ecco quindi come conservarli al meglio.

Ti potrebbe interessare anche->Pulizie di casa: attenzione a questi oggetti che in molti non puliscono mai

Fagiolini, ecco come è possibile conservarli

fagiolini-come-conservarli
gamma di fagioli (pixabay)

Un primo metodo di conservazione è quello che prevede, come per tutto il resto degli alimenti per cui questa pratica rimane sempre valida, il sottovuoto. Consiste nel deporre i fagiolini freschi in speciali bustine sottovuoto che aspirano l’aria: l’assenza di ossigeno ne rallenterà la degradazione così che voi possiate consumarli all’occorrenza. Badate bene che non rimanga nessuna traccia di aria, altrimenti avrete vanificato l’interezza del vostro lavoro.

Ti potrebbe interessare anche->Zuppa di cozze, Cannavacciuolo svela il suo trucco per un sughetto cremoso e saporito

Una seconda pratica prevede il congelamento: pulite e sciacquate i fagiolini, tagliando anche le estremità. Fateli bollire- la cottura media è di tre minuti, ma tutti dipenderà dalla loro grandezza e dal loro spessore; subito dopo metteteli in acqua fredda e poi congelateli. Potranno conservarsi fino ad un massimo di cinque\ sette mesi. Quando li ri-utilizzerete per le vostre ricette, non è necessario che li scongeliate: metteteli direttamente in padella, sottraendo al tempo di cottura il tempo di tre minuti per cui sono già stati precedentemente cotti.

Un terzo metodo prevede la conservazione in salamoia: i fagiolini così saranno sempre pronti da gustare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *