Imparare l’autocontrollo per non farsi comandare dalla rabbia

Imparare l’autocontrollo per non farsi comandare dalla rabbia è importante. Se vi capita di avere episodi di rabbia cercate di controllarvi. 

Rabbia
Ragazzo arrabbiato (Pixabay)

Imparare l’autocontrollo per non farsi comandare dalla rabbia è fondamentale, per non nuocere agli altri e a noi stessi.

Bisogna cercare di non implodere quando ci si arrabbia. Per farlo occorre lavorare molto su se stessi e giocare di strategie. 

In pratica occorre ingannare la mente imponendosi un pensiero razionale. Bisogna fermarsi prima di rispondere e mettersi nei guai.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Prurito continuo alla testa: le possibili cause e i rimedi

Imparare l’autocontrollo contro la rabbia

Rabbia
Uomo arrabbiato (Pixabay)

L’autocontrollo non è innato, si può imparare a controllare anche se non è sempre facile ma con il tempo si può raggiungere un buon livello.

Pessimo esempio è stato Will Smith alla cerimonia degli Oscar, si è completamente fatto sopraffare dalla rabbia senza riflettere e senza dare tempo al cervello di ragionare.

Spesso ci facciamo comandare dai nostri impulsi e ci troviamo di conseguenza in situazioni spiacevoli che avremmo potuto evitare.

Importante è capire quali sono le proprie abitudini scorrette e correggerle. Bisogna acquisirne nuove e avere più consapevolezza e coscienza di se.

La strategia migliore è autoimporsi di non rispondere d’impulso, non è facile ma è estremamente efficace. Occorre essere sempre consapevoli delle proprie reazioni. Date il tempo al cervello di capire come affrontare una questione nel modo migliore.

Connettete poi con le emozioni e il corpo. Fate attenzione a cosa accade nella vostra mente e nel corpo e una volta raggiunta la consapevolezza, potrete prendere decisioni.

Bisogna stabilire uno scopo per migliorare. Per cambiare occorre avere bene in mente cosa si vuole cambiare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Quando la causa dei nostri mali è la mente: tutti i disturbi psicosomatici

Anche l’ambiente è importante. Deve essere adatto al cambiamento e favorirlo. Se quindi si è vicino a persone negative che possono scatenare le reazioni negative, meglio allontanarle per cercare nuove persone positive.

Gestire rabbia
Rabbia (da pixabay)

Infine bisogna praticare la mindfulness, ossia vivere il presente a pieno senza giudicare i nostri comportamenti o condannarli.

I benefici della gestione delle proprie emozioni si vedono nel tempo, è un processo lungo e difficile a volte. E tutto dipende da se stessi e nient’altro. Se volete vedere un cambiamento dovete cambiare voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *