Il pesce sott’olio fa male? bisogna fare molto attenzione

Il pesce sott’olio fa male? bisogna fare molta attenzione. La scoperta è davvero allarmante e riguarda un alimento che tutti conosciamo. 

Pesce sott'olio
Pesce sott’olio (pixabay-lola56)

Il pesce sott’olio fa male? Bisogna fare molta attenzione. La scoperta è davvero allarmante e riguarda un alimento molto noto.

Il pesce in generale è un alimento molto buono e benefico per il corpo. Contiene amminoacidi importanti ed è nutriente.

Ci sono pesci magri e grassi, la prima categoria include il merluzzo, trota, sogliola, orata e anche nasello. Per quanto riguarda i grassi invece si parla del pesce spada, persico e anche dentice, salmone e sgombro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Esiste un piano cottura che danneggia il cuore ed è molto diffuso

Il pesce in scatola fa male

Pesce sott'olio
Pesce sott’olio (pixabay-oraswet)

Il pesce sott’olio è una buona soluzione per quando si ha poco tempo oppure non si sa cucinare il pesce fresco, ma si vuole mangiare pesce per via dei suoi valori nutrizionali.

Inoltre il pesce in scatola è economico e a lunga conservazione quindi si può farne scorta tranquillamente e averlo sempre a disposizione.

Il pesce fresco d’altro canto è sicuramente più buono ma non è semplice da cucinare in alcuni casi e il prezzo è decisamente più elevato.

Molti credono che il pesce sott’olio faccia male perché conterrebbe più mercurio di quello fresco ma questa è una notizia falsa, infatti il pesce sott’olio contiene la stessa quantità di mercurio che c’è in quello fresco se non meno a volte.

Inoltre nel pesce è presente il selenio che contrasta il pericolo di mercurio. L’olio del pesce in scatola poi non va buttato perché si può consumare senza problemi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Scottatura o abbronzatura: quale è più dannoso secondo gli esperti?

Pertanto si può dire con totale certezza che il pesce sott’olio non reca alcun danno al corpo, anzi è un ottimo alimento.

Sardine scatola
Sardine (pixabay-silvyn)

Chiaramente come ogni altro alimento, non bisogna esagerare. Mangiarlo una o due volte a settimana è giusto.

In ogni caso bisogna sempre selezionare i prodotti di qualità, marchi conosciuti e dalla provenienza vicina e poi è meglio acquistare i prodotti chiusi in contenitori di vetro, in modo che si possa vedere il contenuto da fuori per capire in che stato si trova.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd