Esiste un piano cottura che danneggia il cuore ed è molto diffuso

Esiste un piano cottura che danneggia il cuore ed è molto diffuso in Italia. Si tratta del piano cottura ad induzione, molto usato in casa dagli italiani. 

Piano cottura elettrico
Piano cottura (pixabay-Congerdesign)

Esiste un piano cottura che danneggia il cuore ed è molto diffuso in Italia, si tratta del piano cottura a induzione.

Questo elettrodomestico sfrutta l’energia per funzionare e pare che abbia un campo magnetico molto potente.

Ci sono però anche i piani cottura elettrici in vetroceramica che sono simili ma in realtà funzionano in modo diverso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Scottatura o abbronzatura: quale è più dannoso secondo gli esperti?

Piano cottura a induzione ed elettrico

Piano cottura induzione
Piano cottura (pixabay-Congerdesign )

Il piano cottura elettrico si riscalda velocemente in base al surriscaldamento di resistenze che sono sotto al piano e che trasmettono il calore alla pentola.

Il piano a induzione funziona grazie alla presenza di elettromagneti, quindi bobine di rame che diventano magnetiche quando la corrente elettrica viene attraversata.

Una volta che si appoggia la padella di metallo, quindi magnetica sul bruciatore, la padella diventa un estensione dell’elettromagnete.

L’acciaio magnetico perde calore in modo elevato in base alla frequenza di corrente che lo attraversa,  nel caso dell’induzione si parla di circa 24 kHz. 

Questa perdita di calore è il modo in cui si scalda la padella, ed è il motivo per cui solo i metalli ferrosi possono funzionare con i bruciatori a induzione.

La perdita per altro avviene in modo rapido, per questo motivo la cottura a induzione è veloce ed efficiente.

Quando la padella si magnetizza una piccola quantità di corrente passa dalla pentola al corpo quando si tocca la padella.

Per questo motivo in molti sono scettici sull’acquistare piani cottura ad induzione. Le gamme elettriche invece emettono solo radiazioni standard come gli altri elettrodomestici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Naspi 2022, c’è la cumulabilità con l’Assegno unico universale?

I campi magnetici spaventano tutti perché possono emettere livelli molto pericolosi di radiazioni. Tuttavia fino ad ora non ci sono state prove di pericolosità.

Piano a induzione
Piano a induzione (pixabay-joenomias)

In realtà i campi elettromagnetici sono pericolosi in determinate circostanze che non si sposano minimamente con un elettrodomestico quotidiano. Quindi non c’è nulla da temere.

Tuttavia occorre precisare che il piano induzione potrebbe essere rischioso per chi possiede addosso a se dei dispositivi medici di tipo cardiaco.

Il motivo è che i piani a induzione e anche i dispositivi medici, lavorano all’interno di campi magnetici e se dovessero entrare in contatto tra loro potrebbero causare danni anche seri ai dispositivi medici.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *