Come fare ad estrarre l’aloe vera dalla pianta in modo semplice

Come fare ad estrarre l’aloe vera dalla pianta in modo efficace. Il gel contenuto nella pianta si rivela utile in molte occasioni. 

Aloe vera
Aloe vera (pixabay)

Come fare ad estrarre l’aloe vera dalla pianta in modo efficace. Il gel che contiene è molto utile per vari motivi.

Il gel dell’aloe vera aiuta a trattare irritazioni cutanee, ustioni, scottature, prurito, punture, piaghe e anche ulcere e altre condizioni.

Esiste anche una varietà chiamata Aloe vera barbadensis miller che viene usata per preparare il succo di Aloe Vera, nutriente e benefico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Asma e allergie: aumentano il rischio di malattie cardiache

Come estrarre il gel dell’Aloe Vera

Aloe vera
Aloe vera (pixabay-mozo190)

L’aloe vera è una pianta che da 2000 anni viene impiegata in medicina. Ha numerosi benefici e proprietà curative.

Ancora oggi viene utilizzata in medicinali e anche nell’industria alimentare. La parte di questa pianta che è miracolosa, è il gel contenuto all’interno delle foglie.

Questa pianta si può coltivare facilmente e poi per estrarre il gel e usarlo, basterà solamente aprire una foglia e tirarlo via aiutandosi con le mani o una spatola.

Questo è il modo un pò più rustico, altrimenti esiste un procedimento specifico più complesso che vi permette di estrarre in modo efficiente tutto il gel.

Il gel è viscoso e trasparente. Poi c’è anche il lattice all’interno, che è un liquido giallo denso che è collocato tra il gel e la buccia interna della foglia.

Bisogna separare il lattice dal gel, il motivo è che il lattice contiene l’aloina che è un composto giallo-marrone amaro che ha proprietà lassative anche forti e può causare crampi allo stomaco e diarrea se ingerito.

Per poter estrarre quindi il gel di aloe in modo corretto, bisogna seguire alcuni passaggi fondamentali. Quello che serve sono: foglie di aloe, tagliere, coltello, tovaglioli e un barattolo di vetro.

Quali foglie raccogliere

Si comincia raccogliendo le foglie più esterne dalla pianta di aloe vera. Devono avere circa 2-3 anni. Le foglie vanno tagliate alla base con un’angolazione leggera. Si selezionano le foglie più sode, verdi e sane.

Successivamente le foglie vanno lavate e asciugate. Poi su un tagliere vanno incise per estrarre il gel. La pulizia è importante per non contaminare il gel.

Bisogna rimuovere l’aloina, quindi tagliare la foglia alla base con un taglio storto e metterla in verticale su un piatto per far defluire il lattice 10 minuti.

Una volta che il lattice è uscito, lavare l’estremità tagliata della foglia per rimuovoere i residui di lattice e tamponare in modo delicato usando un tovagliolo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Buoni spesa maggio 2022, come fare per avere fino a 1400 euro

Quando il lattice è ben drenato, tagliare 10 cm della punta della foglia perché contiene più lattice che gel. Dividere poi le foglie a metà e tagliare i bordi seghettati, usando un coltello affilato.

Gel aloe vera
Gel aloe vera(pixabay-mozo190)

Rimuovere poi lo strato di pelle verde esterno con il coltello, sfilettando la pelle dal gel. Far scorrere la lama sotto la pelle per tutta la lunghezza. Non deve rimanere la pelle verde nel gel.

Il gel avrà un bel colore chiaro. Una volta che la pelle è stata rimossa da un lato, capovolgere con cura la foglia e rimuovere la pelle dall’altro lato.

Per quanto riguarda la conservazione del gel. Tagliare le strisce di gel a cubetti e poi inserirli in un sacchetto e congelarli in frigo. Dureranno 6 mesi.

Altrimenti si possono frullare i cubetti creando una schiuma, riporlo in un vasetto e poi in frigo. Durerà una settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *