Il motivo per cui si conservano abiti che non indosseremo mai

Il motivo per cui si conservano abiti che non indosseremo mai? Molte persone tengono in armadio abiti con cartellini per anni. 

Armadio vestiti
Armadio vestiti (pixabay-pexels)

Il motivo per cui si conservano abiti che non indosseremo mai? Alcune persone hanno la mani di tenere nel proprio armadio vestiti con ancora il cartellino sopra, completamente nuovi senza mai usarli.

Solitamente la maggioranza è fatta di donne, ma ci sono anche degli uomini. Vale poi anche per alcuni accessori come scarpe e borse.

I motivi spesso sono diversi, ad esempio l’acquisto è stato fatto d’impulso e ce ne si è pentiti. Oppure la taglia non è giusta o sono difficili da abbinare ad altri capi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Sindrome post traumatica da stress: è più comune di quanto si pensi

I motivi per cui si comprano capi che poi non s’indossano

Abiti conservati
Abiti (pixabay-congerdesign)

Sono quindi molte le ragioni che spingono alcune persone a comprare abiti e poi a conservarli in armadio senza più usarli.

Si tratta dell’accumulo compulsivo, una vera e propria sindrome che colpisce 2 donne su 3 e 1 uomo su 3. La causa di questa sindrome è da ricercare in alcuni tratti della personalità oppure in una tendenza compensatoria spinta da una forma d’insicurezza o mancanza emotive.

Anche se in molti non riescono a leggere un significato più profondo dietro a questa abitudine, si tratta proprio di una situazione complessa che ha un valore simbolico e metaforico da non sottovalutare.

La domanda da porsi è, perché conserviamo tutti questi abiti che non usiamo, quindi non ci servono a nulla ma a livello emozionale e mentale ci suscitano qualcosa che ci impedisce di buttarli via o riciclarli.

Dentro di noi già sappiamo che non metteremo mai quel capo comprato che però non ci convince, o quella maglietta dell’adolescenza che ormai è fuori moda e piccola.

E sicuramente non metteremo quelle scarpe troppo strette, comprate d’impulso, o quella borsa che a ripensarci non rispecchia molto il nostro stile.

Nonostante questo, ci viene difficile abbandonare questi capi anche se è la cosa più indicata da fare. Appare come uno strappo doloroso, qualcosa da cui non ci vogliamo separare.

Questo rapporto che s’instaura con gli abiti è una relazione d’amore, devozione e anche di fiducia. Va a riempire alcuni vuoti della propria esistenza. Diventa un luogo di protezione e rassicurazione che mantiene viva una personalità che subisce mancanze affettive e psicologiche.

L’abito conservato e mai usato rappresenta un’identità non consolidata che viene simboleggiata da un oggetto.

Altre volte un abito vecchio mai più usato rappresenta un periodo della vita passato che non può più tornare a malincuore. E pertanto simboleggia un fantasma di ciò che ci manca.

Separarsi quindi da lui diventa difficile perché significherebbe affrontare effettivamente la perdita di quel periodo così importante.

Molte donne hanno ammesso di aver acquistato spesso capi e accessori che non rispecchiavano il loro gusto, ma che essendo oggetto di uno sconto fantastico incarnavano una fantasia di vivere una vita e personalità diversa dalla propria.

Perciò lo shopping in questo caso diventa un modo per compensare una realtà che non ci soddisfa con una fantasia invece molto appagante.

Quindi si acquistano desideri e non prodotti alla fine dei conti. Ci proiettiamo in un futuro ipotetico che ci stimola, denigrando invece il nostro stato attuale di vita.

I capi più belli ci stimolano ad essere anche migliori sotto tanti punti di vista, le scarpe costose e l’abito alla moda ci spingono ad essere più femminili ed eleganti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Tè matcha e curcuma: l’unione perfetta per prevenire problemi digestivi

Come una tuta costosa invece ci stimola finalmente ad iscriverci in palestra per migliorare il proprio corpo.

Vestiti
Vestiti (pixabay-jamesdemers)

Esiste poi la tendenza a conservare un capo perché lo si ritiene troppo sacro e bello per usarlo in una occasione che non è all’altezza.

Diventa intoccabile ed è il simbolo di un sentimento di deprivazione vissuto nel proprio passato e rivisto nella tutela ossessiva dell’oggetto che se venisse danneggiato riporterebbe alla mente antiche emozioni distruttive.

Questi sentimenti sono rappresentati anche dal fatto di acquistare più oggetti uguali in modo da averne il controllo assoluto e la sicurezza che mai nessuno glieli porterà via.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *