Osservare le foglie della pianta di limoni per capirne il problema

Come osservare le foglie della pianta di limoni per capirne il problema e poterlo risolvere in modo veloce ed efficace senza perdere la pianta. 

Limoni
Limone (pixabay)

Osservare le foglie della pianta di limoni per capirne il problema. Quando si notano anomalie sulle foglie, non bisogna sottovalutare la questione.

Occorre capire cosa stia accadendo alla pianta prima che il problema si diffondi su tutto il resto della pianta. È importante sempre guardare le condizioni dei fiori.

Le piante mandano segnali, come lo fa il corpo umano quando si presenta un problema. Ignorarli non aiuterà affatto la vostra pianta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>L’eccesso di questo minerale può avere gravi conseguenze su cuore e reni

Osservare le foglie della pianta di limoni

Foglie gialle
Foglie (pixabay-pasja1000)

Imparare ad osservare le foglie della pianta di limoni è importante per fare in modo che questa sia sempre in salute. Ma non solo le foglie vanno osservate, anche tutto il resto.

Ad esempio per individuare una malattia batterica bisogna guardare il picciolo fogliare, se presenta lesioni nere che progrediscono lungo le foglie, questo è il segno che una malattia batterica è in corso.

Inoltre un altro segno che questo sta avvenendo è quando le foglie si arricciano e poi si seccano per cadere in modo prematuro, lasciando i piccioli attaccati al ramoscello.

Successivamente, quando la lesione del ramoscello circonda lo stelo, si può verificare un deperimento del ramoscello e del ramo anche.

Vediamo ora come riconoscere la presenza di marciume da botrite. Il fungo Botrytis infetta e uccide i giocane germogli sulla pianta del limone. Attacchi gli agrumi e si sviluppa in conseguenza di condizioni piovose prolungate.

Si può quindi notare il marciume perché saranno presenti macchie marroni e molli su foglie e parti della pianta. Specialmente nei limoni coltivati nelle zone costiere. Inoltre le infezioni possono anche passare dalle vecchie fioriture allo sviluppo di nuovo limoni in primavera.

Scopriamo invece come influiscono i venti caldi o gelati sulla pianta di limoni. Se l’albero risulta avere rami secchi, questo può accadere in conseguenza a venti caldi e secchi.

Il vento causa danni specialmente sugli alberi più esposti, oppure anche sul terreno che è troppo asciutto. Anche quando le radici non sono sane.

Anche il gelo può ledere la pianta di limone e le foglie morte rimangono attaccate agli alberi che sono danneggiati dal freddo. I rami esterni sono più esposti a lesioni e questo da un aspetto poi bruciato alle piante.

Un altro problema che si può creare sulle piante di limoni è l’antracnosi, ossia il deperimento del ramoscello. Questo causa la caduta prematura delle foglie e anche la colorazione scura dei frutti che si può verificare dopo l’infezione da funghi.

Quello che accade è che le foglie e i ramoscelli morenti si ricoprono di spore fungine scure attraverso le quali l’agente patogeno si diffonde. Solitamente questa condizione è più comune dopo una primavera prolungata e umida.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Iniezione di grasso: cosa sapere sul trattamento che elimina la pancia

Sempre sulla pianta di limone si può sviluppare una muffa fuligginosa e anche una carenza di nutrienti. Nel primo caso la muffa nera si sviluppa su foglie o frutti che presentano una sostanza appiccicosa in superficie e anche zuccherina, si chiama melata. È escreta da insetti succhiatori.

Limone marcio
Limone (foto pixabay-dimitrisvetsikas1969)

Nel secondo caso invece, la carenza di nutrienti s’individua osservando le foglie che appaiono pallide. Questo significa che c’è una carenza di azoto.

Questo scompenso è causato da mancate fertilizzazioni e anche da condizioni avverse del suolo o radici malsane che non riescono a far raggiungere i nutrienti dal terreno alle foglie.

Se invece la carenza è di potassio, allora le foglie saranno gialle e con i bordi piegati verso il basso, specialmente all’apice. Una carenza di managanese invece è presentata da foglie gialle e con le vene grandi e verdi. Nel caso di una carenza di magnesio invece l’ingiallimento inizia all’estremità delle foglie e si sposta verso l’interno.

Infine esiste anche il cancro degli agrumi, sono lesioni circolati e crostose che si sviluppano sui frutti e su entrambi i lati delle foglie e anche sui ramoscelli. Le lesioni sono circondante da un margine scuro o anche imbevuto in acqua da un alone giallo. Le lesioni sono in rilievo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *