Prodotti che costano di più, quali sono i rincari più alti al supermercato

Quali sono i prodotti che costano di più quando andiamo a fare la spesa. I rincari rispetto ad un anno fa sono belli corposi, la classifica.

Una donna intenta a fare la spesa
Una donna intenta a fare la spesa (Foto ANSA)

Prodotti che costano di più, ci sono stati tanti aumenti che hanno interessato la nostra spesa. Rispetto ad un anno fa le cose sono peggiorate in maniera inimmaginabile. La colpa è da ricondurre a tanti fattori diversi che, sommati tra loro, hanno portato al quadro attuale, estremamente complicato.

Ben prima del conflitto scoppiato in Europa centrale a fine febbraio del 2022 erano in corso delle criticità gravi come ad esempio l’aumento dei carburanti e delle materie prime, oltre che della corrente elettrica e del gas. Per un effetto a cascata che ha condotto a quanto succede adesso, con diversi prodotti che costano di più e benzina, diesel e bollette che hanno raggiunto dei prezzi spaventosi, mai visti prima.

Tra i prodotti che costano di più spiccano svariati beni alimentari che una volta acquistavamo al supermercato od al minimarket sotto casa ad un costo minore. E l’Istat svela quali, pubblicando la classifica degli articoli che hanno subito i rincari maggiori.

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare al supermercato, i trucchi infallibili per spendere poco

Prodotti che costano di più,

Frutta e verdura al supermercato
Frutta e verdura al supermercato (Foto ANSA)

A concorrere in ciò troviamo i già citati aumenti di quelli che sono i costi sia dei processi produttivi che del confezionamento e del trasporto nei punti vendita preposti. Costa tutto di più perché i beni di base, sia naturali che lavorati (pensate al grano oppure alla cellulosa estratta dalle piante per la realizzazione di carta e cartone) sono aumentati a loro volta, anche per colpa di situazioni impreviste come calamità naturali.

Potrebbe interessarti anche: Quando conviene fare la spesa? Svelati giorno ed orario migliori

I raccolti del 2021 sono andati in buona parte dispersi in tutto il mondo per episodi di inondazioni o di siccità. Poi il precipitare del quadro politico internazionale ha fatto il resto. Ed in tutto ciò hanno contribuito a portare al peggio anche episodi evidenti di speculazione, come denunciato dal Governo in merito all’aumento dei listi di benzina e gasolio.

Potrebbe interessarti anche: Spesa al supermercato, controlla questo dettaglio o sarà troppo tardi

Per quanto riguarda i prodotti indispensabili che compriamo al supermercato, questa è la graduatoria stilata dall’Istat, aggiornata a maggio di quest’anno:

  • olio di semi di girasole: +93% in un anno;
  • farina 00: +33% in un anno;
  • pasta: +25% in un anno;
  • zucchine +19% in un anno;
  • olio extravergine d’oliva: +13% in un anno;
  • zucchero: +12% in un anno;
  • caffè in polvere: +11% in un anno;
  • latte UHT: +8%in un anno;
  • passata di pomodoro: +6% in un anno;
  • banane: +6% in un anno;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *