L’attore Ryan Reynolds: “la colonscopia salva la vita, fatevi visitare”

L’attore hollywoodiano Ryan Reynolds parla dell’importanza della prevenzione ai tumori e pubblicizza la colonscopia.

colonscopia esame
Ryan Reynolds durante un’intervista in TV (foto dal profilo ufficiale Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Un semplice esame medico ha spronato l’attore di Hollywood Ryan Reynolds a parlare di prevenzione ai tumori. In particolare, l’attore 46enne ha scoperto per puro caso delle lesioni precancerose nel colon, provvedendo tempestivamente alla rimozione dei polipi. In questo modo, ha anticipato l’insorgere di un eventuale cancro al colon.

Dopo l’accaduto, Reynolds, protagonista di pellicole di grande successo come Amityville Horror, X-Men le Origini, Buried, Deadpool e Lanterna Verde, ha deciso di pubblicizzare la colonscopia come test salvavita, spronando tutte le persone di mezza età a farsi controllare. Sensibilizzare le persone sull’importanza della prevenzione è l’obiettivo della Star canadese.

L’importanza della prevenzione: la colonscopia per prevenire il tumore al colon

prevenzione cancro colon
Organi interni (Pixabay)

Tanti evitano di fare controlli ed esami per svariati motivi, un po’ perché non ci si pensa, finché si è in salute, e un po’ perché spaventa. Altri, invece, li evitano pensando che possano essere dolorosi. In realtà, come afferma l’attore, la colonscopia non è affatto dolorosa, dato che il paziente subisce una leggera sedazione.

Le parole di Carmine Pinto, direttore dell’Oncologia Medica del Comprehensive Cancer Centre AUSL-IRCCS di Reggio Emilia, consolano: “la cosa più fastidiosa dell’esame è la sua preparazione”. Prima di effettuarlo, infatti, occorre seguire una dieta specifica per pulire l’intestino. In questo modo, le parenti interne sono maggiormente visibili alla sonda.

L’ispezione è breve, dura una ventina di minuti, e consente di individuare eventuali anomalie, come polipi o adenomi, che potrebbero trasformarsi in tumori. Il tempo medio per far sì che queste anomalie precancerose possano trasformarsi in cancro è una decina di anni, ma dipende anche dalle dimensioni e dal numeroso. Eseguire una colonscopia, dunque, permette di stare tranquilli per circa dieci anni.

È importantissimo effettuare questo esame, specialmente una volta superati i 45 anni. Il tumore al colon-retto è il secondo tumore più diffuso in Italia, e ogni anno uccide centinaia di pazienti proprio perché non ci si fa controllare periodicamente. Lo screening, in Italia, è offerto gratuitamente, per spronare tutti quanti a farlo.

Il tumore al colon, almeno nei primi anni, non dà particolari fastidi o sintomi evidenti, ma c’è un campanello di allarme: il sangue nelle feci. Superati i 45 anni, un controllo ogni dieci anni è una buona abitudine per prevenire drammatiche conseguenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.