Camilla rifiuterà il titolo di regina consorte? Voci di palazzo lo danno per certo, lei vuole altro

Ad oggi lei è nota come Camilla regina consorte, ma la moglie di re Carlo III ha una grossa ambizione e punta ad un cambiamento epocale.

La regina Camilla
La regina Camilla (Foto Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Camilla regina consorte: con questo titolo abbiamo cominciato a familiarizzare da quando la regina Elisabetta è scomparsa. E suo figlio primogenito ne ha preso il posto diventando re Carlo III. Con per l’appunto Camilla regina consorte al suo fianco. Ma a quanto pare sembra che ci sia qualcosa che non va.

L’incoronazione di re Carlo III non è ancora avvenuta ed avrà luogo solamente fra diversi mesi. La data fissata è al 6 maggio 2023. Con quell’evento verrà messo in maniera definitiva nero su bianco per quanto riguarda la proclamazione del 73enne figlio di Elisabetta e del principe consorte Filippo, e di sua moglie Camilla a regina consorte.

Ci sono però dei rumors che riferiscono come la ex signora Parker Bowles, divenuta poi Camilla Shand dopo il divorzio dal suo primo marito (ed a tutti gli effetti una Windsor acquisita dopo il matrimonio di Carlo avvenuto nel 2005) abbia ben altre ambizioni. Lei vorrebbe diventare altro e non accontentarsi di essere “la regina moglie del re”.

Camilla regina consorte, l’idea con la complicità di Carlo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ?. ? (@camilla_duchess)

Un titolo puramente simbolico e che non esisterebbe senza la presenza principale del sovrano. L’idea di Camilla e di tutti coloro che ne curano l’immagine pubblica è quella di rimuovere l’appellativo “consorte”. In maniera tale da dare maggiore vigore a quel “regina”.

A parlarne è il tabloid “Telegraph”, che sottolinea anche una certa tendenza seguita da molti organi di stampa, che chiamano la moglie di re Carlo III “la regina Camilla”. Loro già omettono di proposito quel “consorte” che appare così ingombrante e scomodo. Ma l’ultima parola spetta a Carlo stesso, che intende capire se questo cambiamento sia gradito ai sudditi oppure no.

Va detto che a livello di peso politico e di status non ci sarebbe alcun cambiamento per Camilla. La variazione avverrebbe solo sulla carta e per motivi di immagine. Perché così non ci sarebbe alcuna idea di una dipendenza diretta da Carlo ed alla quale sottostare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.