Annister

Annister è un medicinale che può essere usato a cadenza giornaliera, settimanale, mensile o annuale. È consigliabile l’assunzione durante i pasti.

Oltre che per poter fronteggiare la condizione di carenza di vitamina D, Annister è particolarmente utile anche sul profilo preventivo, andando a supportare le condizioni di potenziale mancanza dei livelli ottimali di vitamina D, soprattutto in quei pazienti che hanno condizioni caratterizzate da maggiore rischio di carenza o da aumentato fabbisogno di questa vitamina.

Quando è consigliabile usare Annister

Riprendendo quanto sopra abbiamo riassunto, Annister è consigliabile in alcune condizioni di prevenzione, quali:

  • nel neonato, nel lattante, nelle donne in gravidanza e nelle donne che allattano alla fine dell’inverno e in primavera;
  • negli anziani;
  • nei bambini e negli adolescenti se l’esposizione solare è insufficiente;
  • in caso di scarsa esposizione solare e o intensa pigmentazione cutanea;
  • nelle ipotesi di regime alimentare squilibrato;
  • in soggetti con terapie corticosteroide a lungo termine, o specifiche patologie.

Dosaggio

Trattandosi di un medicinale contro la carenza di vitamina D, Annister deve essere utilizzato solo dietro accertamento di tale condizione di carenza, che non potrà che avvenire con indagini di laboratorio.

Il trattamento a base di questo medicinale è finalizzato a ripristinare i depositi di vitamina D, e verrà seguito da una terapia di mantenimento se persiste il rischio di carenza, a un dosaggio di vitamina D che sarà idoneo alla prevenzione.

Sebbene il tutto debba essere personalizzato sulla base delle prescrizioni mediche, nella maggior parte dei casi è consigliabile non superare, in fase di trattamento, una dose cumulativa di 600.000 U.I. all’anno, salvo un diverso parere del medico.

Controindicazioni

Come tutti i medicinali, anche Annister riveste alcune controindicazioni che sarebbe opportuno leggere e condividere con il proprio medico prima dell’inizio del trattamento.

In particolar modo, occorrerà porre particolare attenzione in caso di ipersensibilità al colecalciferolo o a uno degli eccipienti presenti nel farmaco, ipercalcemia, ipercalciuria, calcolosi o insufficienza renale.

Inoltre, nelle ipotesi in cui la somministrazione di Annister sia particolarmente prolungata e ad alto dosaggio, è sicuramente consigliabile effettuare un monitoraggio del livello sierico di 25-idrossi-colecalciferolo.

Interazioni

Come ogni medicinale, anche Annister può interagire con altri medicinali. In particolar modo, l’uso concomitante di anticonvulsivanti o barbiturici potrebbe ridurre l’effetto della vitamina D3 per inattivazione metabolica.

Prima di assumere Annister insieme ad altri farmaci, anche da banco, o integratori, è sempre opportuno condividere con il medico la lista dei prodotti che si sta assumendo e verificare se tale lista contenga sostanze sicure o dannose per la propria salute.