Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Artrosi cervicale: sintomi e esercizi

L’artrosi cervicale è una condizione di particolare fastidio fisico che, generalmente, interessa una zona che ricomprende il collo, le ossa e le cartilagini della spina dorsale. Di norma ricollegata all’avanzare dell’età (la patologia è infatti molto diffusa negli anziani, e tende a peggiorare man mano che si va avanti con l’età, tanto che circa il 90 per cento delle persone di età superiore ai 65 anni oggi ne soffrono), ha varie cause e sintomi di differente entità. Cerchiamo di scoprire i termini principali di questo disturbo così diffuso, e scoprire che cosa si possa efficacemente fare per cercare di ripristinare una condizione di maggiore benessere.

Le cause

Come abbiamo già avuto modo di ricordare, l’artrosi cervicale è una condizione che peggiora con l’avanzare dell’età, ed è generalmente considerata una patologia quasi “normale” da attraversare man mano che si invecchia. In realtà, però, le cause possono essere diverse dal semplice invecchiamento. Alcuni studi sostengono ad esempio che l’artrosi cervicale possa derivare anche da una componente di natura genetica, considerato che – come abbiamo già ricordato – un certo tipo di persone pare sia maggiormente più colpito rispetto a un altro. Cerchiamo quindi di concentrarci sui sintomi e sugli esercizi che è possibile fare per cercare di ridurre gli aspetti più pregiudizievoli di tale fastidio.

Sintomi

Sintomi artrosi cervicale

L’artrosi cervicale si manifesta con una serie di sintomi di diversa entità. In alcuni casi, invece, il problema è talmente lieve da non determinare specifici sintomi tangibili. Nella prima ipotesi, invece, i sintomi interesseranno principalmente la parte del collo, che sarà caratterizzata da rigidità e dolore. In alcune circostanze, inoltre, l’artrosi cervicale potrebbe determinare anche una diminuzione dello spazio che interessa il midollo spinale e le radici nervose di questa zona (che raggiungono anche la colonna vertebrale e il resto del corpo): da tale condizione potrebbe generarsi una sensazione di formicolio e una condizione di debolezza a mani, piedi, braccia e gambe, oltre alla difficoltà a camminare, alla perdita di controllo a intestino e vescica, a un diffuso intorpidimento e mancanza di coordinamento.

Diagnosi

La diagnosi dell’artrosi cervicale viene effettuata da un medico attraverso una serie di controlli specifici sul paziente. Tra le varie prove, il medico andrà a controllare il movimento del collo (che, come abbiamo visto, è la zona tradizionalmente interessata da tale problema), oltre alla forza dei muscoli e ai riflessi: in questo modo il medico riuscirà a rendersi conto se vi è una eventuale pressione del midollo spinale o sui nervi spinali che, come sopra abbiamo visto, potrebbe essere una delle conseguenze (non sempre verificata) dell’artrosi cervicale.

Qualora il medico lo ritenga opportuno, potrebbero inoltre essere effettuati altri esami come test radiografici (ad esempio, la radiografia del collo, la tomografia computerizzata, la risonanza magnetica, l’elettromiografia e la mielogramma).

Esercizi per l’artrosi cervicale

Esercizi per l’artrosi cervicale

Sono numerosi i rimedi che possono essere assunti per poter rispondere ai primi sintomi dell’artrosi cervicale. Ricordate sempre che, in questi casi, è fondamentale agire con tempestività al fine di evitare l’insorgenza di eventuali complicazioni che sono indotte dal trascorrere del tempo senza che siano state poste in essere azioni efficaci di risposta.

Ricordate altresì che i trattamenti sono numerosi, e che le attività variano sulla base alla gravità della situazione: lo scopo della cura sarà in ogni caso quello di alleviare il dolore ed evitare danni permanenti a nervi e midollo spinale. Per far ciò, il medico potrebbe consigliare l’assunzione di farmaci mirati e, solamente nelle ipotesi più gravi, la chirurgia. Nella maggior parte delle ipotesi sarà invece sufficiente ricorrere a una specifica terapia composta da esercizi: il vostro stesso medico probabilmente vi consiglierà di ricorrere a un buon fisioterapista che possa illustrarvi i migliori esercizi per rinforzare i muscoli di collo e spalle, da eseguirsi regolarmente per poter conservare o recuperare la migliore mobilità delle articolazioni.

Detto ciò, considerata la vastità delle diverse fattispecie di artrosi cervicale, vi consigliamo di contattare il vostro medico di riferimento senza indugi, condividendo insieme a lui le migliori terapie per poter ripristinare una condizione di benessere, e allontanare in tal modo gli effetti pregiudizievoli propri di questa malattia.