Ausilium: per contrastare le infezioni delle vie urinarie naturalmente

Ausilium

Esso ha favorevoli effetti sulle funzioni fisiologiche dell’apparato urinario e permette sostanzialmente di prevenire ed eliminare i batteri dell’Escherichia coli (e altri batteri dotati di fimbrie), attraverso le urine. Esso è un integratore alimentare che funziona teoricamente dal primo impatto, ma il trattamento va prolungato sino alla accertata assenza del batterio, in base alla diagnosi fatta con analisi batteriologiche delle urine. Il farmaco viene venduto in confezione da 20 bustine di polvere idrosolubile. Ogni bustina contiene 3,5 g di sostanza: 400 mg di Morinda Citrifolia e 500 mg di D-Mannosio. Ha un costo di 15-22 euro circa.

A cosa serve

L’apparato urinario è costituito da un insieme di organi e strutture per la produzione e l’escrezione di urina, attraverso cui si eliminano prodotti di scarto che sono presenti nel sangue. L’uretra e la vescica costituiscono le vie urinarie inferiori. In condizioni normali le vie urinarie sono completamente sterili, dato lo svuotamento della vescica con la minzione. In alcuni casi, può essere tuttavia possibile che si sviluppino infezioni, a causa di una risalita dei batteri attraverso l’uretra o di batteri patogeni provenienti da ano o vagina.
Le tipologie di infezioni possono colpire uomini e donne, anche se l’incidenza per l’gli uni e per le altre è diversa a causa delle differenze anatomiche. In caso di infezioni all’apparato urinario inferiore, Ausilium è una soluzione naturale di intervento, anche se sono ricorrenti. Le infezioni delle vie urinarie sono causate principalmente da Escherichia Coli (nell’85% dei casi), ma anche da Staphylococcus saprophyticus (10-15% delle possibiltà), Proteus, Klebsiella, Pseudomonas, Enterobacter. L’ Ausilium è molto utilizzato contro la cistite, un disturbo sempre più diffuso.

Composizione e ingredienti

L’ Ausilium è un integratore a base di elementi vegetali. Nello specifico contiene:

  • Morinda Citrifolia, (nota anche come Noni) ovvero l’estratto secco del frutto di Morinda titolat al 15% di polisaccaridi.Esso assicura efficaci risultati grazie alla presenza di amminoacidi, antrachinoni, acido ursolico, ferro, selenio, magnesio. Il frutto del Noni ha un’efficace azione antinfiammatoria, antimicrobica, antibatterica e serve per rafforzare le difese immunitarie.
  • D-Mannosio, è un monosaccaride (zucchero semplice) che ha un’azione specifica nei confronti dei recettori dell’Escherichia Coli (le fimbrie). Esso ha affinità che permette di formare un legame saldo con il batterio, più saldo di quello che esso ha con la parete vescicale. In questo modo l’adesività del patogeno viene inibita ed è più facile esso venga trascinato ed espulso dal flusso urinario.
  • Sodio bicarbonato che ha un effetto alcalinizzante dell’ambiente, il che aiuta a contrastare i batteri acidofili.

Come eccipienti Ausilium contiene fruttosio, inulina, maltodestrine, silice colloidale, aroma.

Controindicazioni e Avvertenze

Questo integratore può essere utilizzato in gravidanza e in allattamento senza problemi, ma sempre per precauzione è bene chiedere il parere medico. Esso è anche adatto a coloro che sono affetti da celiachia e da diabete, non contiene infatti glutine, lattosio. Il prodotto è privo anche di coloranti e conservanti. Si raccomanda di non superare la dose giornaliera indicata sulla confezione o suggerita dal proprio medico.
Il prodotto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini che hanno un età inferiore ai 3 anni. Ausilium, come tutti gli integratori, non va inteso come sostituto di una dieta equilibrata e variata. Ausilium non ha alcun effetto collaterale, quindi può essere usato anche per lunghi periodi e a scopo di prevenzione. Per un uso prolongato, a scopo preventivo, è meglio consultare il medico se si stanno assumendo farmaci anticoagulanti oppure antiaggreganti piastrinici.

Posologia e modo d’uso

Il farmaco dovrebbe essere assunto dopo aver urinato, in modo che arrivi nella vescica senza essere dilutito dall’urina già presente. Ausilium deve essere assunto disciolto in un bicchiere di acqua e poi oralmente. La dose corretta è di 2-3 bustine al giorno, secondo parere del medico. La cosa migliore è assumere il prodotto lontano dai pasti. Dopo aver assunto l’integratore, sarebbe meglio aspettare un’ora prima di mangiare, bere qualunque cosa. Si raccomanda altresì di non urinare per un’ora circa, per dare il tempo all’integratore di intervenire e far sì che sia concentrato in quell’ambiente. In questo modo l’espulsione successiva di urina è già in grado di espellere il battere.

Ausilium Forte

In commercio c’è anche una versione Forte di Ausilium, in cui il Sodio Bicarbonato è stato cambiato con Calcio Glicerofosfato. In questo modo l’assunzione è più adatta anche per persone ipertese. Il calcio è un ottimo alcalinizzante e ha anche un’azione neuromodulante, cioè riduce l’urgenza e la frequenza delle minzioni. Gli altri ingredienti risultano i medesimi, la pecentuale di D-mannosio però è doppia rispetto all’integratore base.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella.
Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia