Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Bacche di acai: benefici, proprietà e come reperirle

Le bacche di acai sono dei frutti di piccole dimensioni che si trovano nella foresta pluviale in Sudamerica.

Hanno l’aspetto all’incirca dei mirtilli e, come questi ultimi, contengono antiossidanti in grandi quantità. Le popolazioni indigene del Sudamerica ne hanno fatto un alimento base per la loro nutrizione nel corso dei secoli, fino a pensare che la loro forza e il loro coraggio fossero infusi proprio dalle bacche di acai. Solo in questi ultimi periodi la scienza ha iniziato a studiarne le proprietà benefiche ed i vantaggi che questi frutti posseggono e che tanto bene fanno a chi se ne ciba.

Benefici e proprietà delle bacche di acai

Come già scritto le bacche di acai sono molto ricche di antiossidanti, elementi indispensabili nella protezione non solo del cuore ma di tutto il nostro apparato cardiocircolatorio. Sono efficientissime nel controllare il livello del colesterolo nel circolo sanguigno ed abbondano in steroli vegetali, un utile elemento a difesa di tutto l’apparato circolatorio. Le sostanze benefiche che troviamo nelle bacche di acai inducono miglioramenti a livello circolatorio e donano una maggior elasticità alle pareti delle nostre arterie.

Esistono studi scientifici svolti da ricercatori dell’Università Federale di Rio de Janeiro, in Brasile, secondo i quali gli estratti che si ricavano dalle bacche di acai sono efficacissimi nel combattere gli agenti patogeni esterni che possono minacciare la nostra salute. Esse vengono anche consigliate a chi voglia dimagrire o, comunque, evitare di ingrassare tenendo il proprio peso sotto controllo. Un’altra ricerca, condotta presso il National Institute of Medicine dimostra che la polpa che si ricava dalle bacche di acai ha la proprietà di contrastare i negativi effetti di un’alimentazione troppo ricca di grassi.

proprietà delle bacche di acai

Oltre quanto già rilevato, aggiungiamo che dalle bacche di acai si può estrarre un olio dagli effetti portentosi sulla pelle umana. Difatti quest’olio viene utilizzato spesso nei prodotti cosmetici e negli unguenti prodotti per contrastare gli effetti dell’invecchiamento sulla pelle. Ma occorre specificare che anche la semplice assunzione delle bacche di acai nell’alimentazione già di per se aiuta la pelle a combattere gli effetti dell’età, riacquistando elasticità ed aspetto di una pelle più giovane. Le popolazioni brasiliane nel corso dei secoli hanno sempre utilizzato le bacche di acai quale rimedio per contrastare problemi ed affezioni della pelle.

Anche chi soffra di problemi della digestione può trovare sollievo nell’assunzione di bacche di acai. Infatti questi piccoli frutti sono famosi anche per le loro proprietà di disintossicazione, risultando soprattutto utili per il fegato e, oltre ad essere anche una notevole fonte di approvvigionamento di fibre vegetali, risultano anche utilissime per un sano funzionamento dell’apparato intestinale. Anche le loro proprietà infiammatorie sono conosciute, contribuendo ad aiutare il sistema immunitario e nella prevenzione delle reazioni di tipo allergico.

Le bacche di acai hanno anche una funzione di protezione di tutte le cellule del nostro corpo dagli attacchi dei radicali liberi e da qualsiasi aggressione da parte di agenti patogeni esterni al nostro organismo. Hanno una funzione anticancerogena e contengono notevoli quantità di vitamina C ed acido ellagico, annoverabile tra i polifenoli antiossidanti. Gli effetti combinati dei due elementi costituisce un valido supporto al sistema immunitario.

Altre ricerche scientifiche, tra le quali una condotta dal Journal of Agricolure and Food Chemistry, sostengono che i polifenoli molto presenti nelle bacche di acai hanno un potere di riduzione del proliferare delle cellule cancerogene quantificabile in una percentuale dell’ottantasei percento. Quindi esse agirebbero “uccidendo” le cellule tumorali prevenendone la proliferazione.

Anche l’energia del nostro corpo viene “sostenuta” dall’assunzione per via alimentare delle bacche di acai. Esse combattono lo stress e l’affaticamento. Pare che la loro assunzione sia efficiente anche nel contrastare la sintomatologia tipica della menopausa, nel migliorare le prestazioni sessuali e quindi migliorarne la qualità (favoriscono una buona circolazione sanguigna attraverso l’organo genitale, soprattutto quello maschile).

Dove si possono reperire le bacche di acai?

Le bacche di acai di qualità superiore provengono dalle coltivazioni biologiche. Esistono in commercio degli integratori e dei succhi preparati sulla base dei loro estratti i quali possono essere comprati nelle erboristerie, ma anche sul mercato online non è difficile reperirli. Il succo di acai di natura biologica, purché sia puro al cento percento, viene ritenuto utilissimo per tenere sotto controllo il proprio peso, per la protezione del cuore e dell’apparato circolatorio e per una generale depurazione dell’organismo intero. Gli acidi grassi essenziali Omega 3 ed Omega 6 sono presenti, insieme alle vitamine, in quantità considerevoli nel succo.

Le bacche di acai in commercio si trovano in forma di integratori naturali ad alte concentrazioni. Questi integratori favoriscono i processi metabolici e la trasformazione in energia dei grassi, fornendo quindi la “spinta” giusta per affrontare giornate di lavoro e/o di sport. Il succo ha anche benefiche funzioni nella protezione della vista. Gli integratori, spesso, si trovano sotto forma di capsula vegetale ad alte concentrazioni di estratti di bacche di acai.

Una ulteriore forma di commercializzazione delle bacche di acai è quella in polvere:essa è considerata la migliore per l’integrazione di questi preziosi frutti nella alimentazione umana. La polvere viene utilizzata come prodotto per il dimagrimento ma è noto che possiede tanti altri benefici effetti per la salute più in generale del nostro organismo, grazie alla presenza di sali minerali, amminoacidi, antiossidanti e vitamine. Tra i sali minerali i più presenti sono il fosforo, il potassio ed il calcio. L’uso della polvere prevede lo scioglimento in acqua di piccole dosi, oppure anche l’aggiunta a frullati o in qualsiasi bevanda utilizzata per la colazione, cosa che ne favorisce anche la semplicità e la gradevolezza dell’assunzione.

Ricette con le bacche di Acai

Ricette con le bacche di Acai

Ora che abbiamo avuto modo di comprendere quali sono le proprietà e i vantaggi delle bacche di Acai, possiamo anche valutare in che modo poter realizzare delle ottime ricette per rendere ancora più gustosa la fruizione di questo “ingrediente”.

Per esempio, se amate gli smoothies, potete realizzarne uno con le bacche di Acai utilizzando 4 cucchiai da cucina della loro polvere, 4 fragole, una ventina di lamponi, una banana, 1 cucchiaio da cucina di semi di canapa e 1 tazza di acqua o di latte di mandorla. Come intuibile, tutto quello che dovreste fare è versare l’acqua o il latte di mandorla (a seconda dei gusti e della disponibilità in dispensa!) nel frullatore, aggiungete i frutti tagliati a pezzi e, dopo una breve frullata, aggiungete la polvere delle bacche d’Acai e i semi di canapa. Frullate poi lo smoothie accuratamente, finchè non vedrete scomparire i pezzetti di frutta.

Fatto ciò, non vi resta che assumere questo smoothie sia fresco, come bevanda refrigerante, sia tiepido (sarà sufficiente utilizzare i latte di mandorla riscaldata).

Intuibilmente, l’elenco di ricette a base di bacche di Acai che potreste cercare di ricreare nella vostra cucina è davvero molto esteso. Una ricetta che a noi piace tantissimo è ad esempio quella della realizzazione di un buon semifreddo a base di bacche di Acai. Vediamo il procedimento per 5-6 persone.

Cominciamo con gli ingredienti. Vi servirà infatti mezzo litro di latte intero, 45 grammi di maizena, 100 grammi di zucchero, semi di mezza bacca di vaniglia (o in alternativa la più comoda bustina di venillina), per la realizzazione della crema bianca alla vaniglia. Inoltre, vi servirà mezzo litro di panna fresca, 100 grammi di zucchero, semi di mezza bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina, 250 grammi di mascarpone, 10 fragole di medie dimensioni, 6 meringhe, mezzo barattolo di confettura di Acai, 50 grammi di pan di spagna a cubetti o, se non ne avete disposizione, pari pesi di savoiardi sbriciolati o altri biscotti.

Una volta che avete reperito tutti gli ingredienti necessari, iniziate a preparare la crema alla vaniglia. Per far ciò, sciogliete in una tazza la maizena con qualche cucchiaio di latte. In una casseruola, versate il latte, la maizena sciolta e gli altri ingredienti. Portate poi a bollore, a fuoco basso, mescolando, togliete dal fuoco e lasciate quindi raffreddare. Nel frattempo, montate la panna con lo zucchero e i semi di veniglia e mettete da parte.

A questo punto, cercate di inserire in una ciotola la crema fredda e il mascarpone, e mescolate con una frusta elettrica. Successivamente, aggiungete anche la panna montana e continuate a mescolare bene.

Fatto ciò, non vi resta che procedere con l’assemblaggio del dolce, idealmente in una boule di vetro o in una larga ciotola. Inserite dapprima i cubetti di pan di spagna intrisi con qualche cucchiaio di bagna con liquore al limone o all’arancia, le fragole, la crema, uno strato di meringhe sbriciolate, uno strato di confettura di Acai uno strato di crema e guarnite infine con meringhe e ancora confettura.

Il risultato è davvero prelibato, e vi consigliamo di sperimentarlo attraverso la semplice ricetta di cui sopra. Se volete cercare delle varianti o, ulteriormente, delle diverse ricette a base di bacche di Acai, siamo certi che non faticherete più di tanto nel trovare quel che fa per voi: tante e utili ricette per poter personalizzare il vostro menu, e renderlo sempre più fantastico e salutare proprio grazie alle bacche di Acai.

E voi che ne pensate? C’è qualche ricetta particolare che volete consigliarci? Esiste qualche particolare segreto che volete condividere con tutti noi per rendere ancora più apprezzata l’assunzione delle bacche di Acai?