Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Borborigmi: cosa sono, quali sono le cause e come porvi rimedio

I borborigmi sono i rumori che arrivano dalla pancia e spesso non sono nulla di grave ma è meglio informarsi per capire se dietro a questi disturbi si cela una patologia più grave.

Che cosa sono

I borborigmi sono tutti quei rumori che si sentono in genere dopo i pasti. Indicano, dunque, l’attività digestiva che comporta la movimentazione dei muscoli della mucosa gastrica. A volte, si hanno dei borborigmi anche quando si ha fame, cioè la cosiddetta “pancia che brontola“. Ad alcuni succede di avere dei borborigmi anche in concomitanza con situazioni stressanti. I borborigmi non indicano quasi mai la presenza di una patologia ma sono del tutto naturali.

Cause naturali

Sono moltissime le persone che soffrono di borborigmi continui. Solitamente, questi rumori sono causati dalla pressione del gas all’interno del percorso intestinale che capita durante i processi digestivi o con il digiuno, infatti i borborigmi sono presenti sia a stomaco vuoto che pieno. Quando si è a digiuno, i borborigmi sono dovuti alle secrezioni digestive, che hanno il compito di preparare l’apparato all’arrivo del cibo. Capita, infatti, che i borborigmi arrivino quando si sente il profumo del cibo o ci si pensa.

Che cosa sono

Con lo stomaco vuoto, il rumore dei borborigmi si amplifica. Con lo stomaco pieno, invece, i borborigmi possono anche avvenire perché si è ingerito un alimento che è mal sopportato dallo stomaco, come il piccante, i lattici o cibi che danno pesantezza di stomaco a causa della difficile digestione. In questi casi, i borborigmi sono del tutto naturali e non bisogna preoccuparsi e nemmeno assumere dei farmaci.

Cause patologiche

I borborigmi possono altresì essere legati a condizioni particolari come la gestazione o un malessere passeggero. Un soggetto presenta borborigmi anche quando è affetto da sindrome del colon irritabile, colite, gastrite, diverticolite e ostruzioni di tipo intestinale. Queste patologie presentano anche altri sintomi assieme ai borborigmi, come per esempio crampi, gonfiore, meteorismo e diarrea. Una parola in più va spesa in merito alla sindrome del colon irritabile, che viene detta anche colite. Il paziente presenta dei dolori anche forti al lato sinistro della pancia. Assieme ai borborigmi, il paziente presenta gonfiore addominale a causa dell’acculo di gas. La colite insorge in seguito ai pasti. A volte capita che la sindrome del colon irritabile sia accompagnata anche a mal di testa, spossatezza e alitosi. Le cause di quanta sindrome possono essere molte come squilibri della flora intestinale o per l’ingerenza di cibi quali caffè, alcol e alimenti speziati. Una causa dei borborigmi può essere anche la celiachia o le intolleranze. Questo capita quando il soggetto mangia alimenti che il suo intestino non sopporta. Le difficoltà digestive sono legate al fatto che i villi intestinali non riescono a sottrarre i nutrimenti dai cibi ingeriti, che in genere sono espulsi velocemente.

Terapia

Terapia

Quando di borborigmi sono naturali, cioè legati alle attività digestive, il rimedio è fare più attenzione a quello che si mangia. È, infatti, preferibile consumare dei pasti leggeri che siano facilmente digeribili dall’apparato intestinale. Si devono preferire cibi poco complessi che abbiano subito una cottura veloce e non pesante, come la frittura. Se questo sintomo persiste, è bene eseguire dei test per individuare condizioni di celiachia e intolleranze. Attenzione a rivolgersi a degli specialisti e non fare il test in erboristeria o con metodi olistici, che possono sì dare delle indicazioni preziose da seguire, ma non hanno nessun valenza scientifica.

A volte, i borborigmi sono dovuti a un’alterazione della flora batterica, allora si può intervenire assumendo fermenti lattici o mangiando yogurt bianco che contiene preziosi lattobacilli. È importante anche avere uno stile di vita sano ed equilibrato: ciò significa consumare 3 pasti al giorno a orari regolari. Per evitare il formarsi di aria nella pancia si deve mangiare con calma, masticare bene e evitare la frutta dopo i pasti perché fermenta nell’intestino. Una cosa importante è imparare a conoscere sé stessi perché quello che va bene per una persona non è detto che valga per un’altra. Ogni persona può avere delle difficoltà a digerire un certo cibo e allora è meglio evitarlo. Una cosa che però accomuna tutti è la pesantezza di stomaco provocata da peperoni, cipolle e agli che si fanno sentire durante la giornata. Ci sono persone che però non hanno difficoltà con questi ingredienti e quindi possono mangiarne a volontà.