Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Citalopram, caratteristiche e usi di questo antidepressivo

Che cos’è Citalopram, come si usa, quali sono le use caratteristiche e in che modo poterlo usare nel trattamento contro la depressione.

Citalopram è un tipo di antidepressivo utilizzato per trattare la depressione e, a volte, anche per gestire gli attacchi di panico.

Citalopram aiuta di fatti molte persone a riprendersi dalla depressione all’interno di un più ampio piano terapeutico, e ha meno effetti indesiderati rispetto agli antidepressivi di più vecchie generazioni.

Disponibile su prescrizione medica come compresse e come gocce liquide da diluire in acqua, sta incontrando una crescente diffusione, con un’efficacia già entro le 4 – 6 settimane. Effetti collaterali come stanchezza, secchezza delle fauci e sudorazione sono comuni. Di solito sono lievi e scompaiono gradualmente dopo un paio di settimane. Citalopram può tuttavia causare sintomi di astinenza e, dunque, è opportuno non smettere di prendere il medicinale senza parlare con il medico.

Chi può assumere Citalopram

Citalopram può essere assunto da adulti e bambini di età superiore ai 12 anni, dietro previsione medica.

Ansioten: integratore per combattere lo stress e la depressione

È comunque opportuno consultare il proprio medico con specifica attenzione prima di iniziare ad assumere Citalopram se si:

  • ha avuto una reazione allergica a Citalopram o a qualsiasi altro medicinale in passato;
  • ha un problema cardiaco – considerato che Citalopram può accelerare o cambiare il battito cardiaco;
  • ha mai assunto altri farmaci per la depressione – alcuni antidepressivi raramente utilizzati possono interagire con Citalopram per favorire una pressione sanguigna molto alta anche quando sono stati sospesi per alcune settimane;
  • sta cercando di rimanere incinta, si è già incinta o si sta allattando;
  • ha una condizione oculare chiamata glaucoma perché Citalopram può aumentare la pressione nell’occhio;
  • ha il diabete, perché Citalopram può rendere più difficile mantenere stabile lo zucchero nel sangue. Controllate più spesso la glicemia per le prime settimane di trattamento con Citalopram e regolate il trattamento del diabete se necessario.

Come prendere Citalopram

Come prendere Citalopram

Citalopram è assunto una volta al giorno, con o senza cibo. Si può prendere Citalopram in qualsiasi momento della giornata, a condizione di rispettare la stessa ora ogni giorno. In caso di problemi a dormire, è meglio prenderlo la mattina.

Per quanto concerne le dosi, Citalopram è di norma disponibile in diversi dosaggi, da 10mg a 40mg. Si tenga conto – ma il vostro medico potrà naturalmente essere più esaustivo – che la dose abituale di Citalopram è di 20 mg al giorno negli adulti. Tuttavia, può essere iniziato il trattamento con una dose più bassa e aumentato fino ad una dose massima di 40 mg al giorno. Se si ha più di 65 anni, o si hanno problemi al fegato, la dose massima consigliata è di 20 mg al giorno.

Nei bambini, la dose abituale di Citalopram è di 10 mg al giorno, ma può essere aumentata a 40 mg al giorno. Con gocce liquide di Citalopram, 4 gocce equivale a una compressa da 10 mg.

Se ci si dimentica di prendere una dose, non preoccupatevi. Sarà sufficiente riprendere la dose successiva il giorno dopo, all’ora abituale. Non prendete mai 2 dosi contemporaneamente per compensare una dose dimenticata!

Se tuttavia dimenticate spesso le dosi, può essere utile impostare un allarme sullo smartphone per ricordarvelo. Potreste anche domandare al vostro farmacista consigli su altri modi per aiutarvi a rammentare di assumere la medicina.

Nel caso in cui abbiate preso troppe dosi di medicinale, tenete a mente che un’overdose può portare a sintomi potenzialmente gravi come vomito, sensazione di sonnolenza, frequenza cardiaca veloce.

Effetti collaterali di Citalopram

Come tutti i farmaci, anche Citalopram può causare effetti collaterali in alcune persone, sebbene molte persone non abbiano alcun effetto collaterale o abbiano solo effetti collaterali minori. Alcuni degli effetti collaterali comuni di Citalopram miglioreranno inoltre gradualmente man mano che il corpo si abitua al medicinale.

Di fatti, alcune persone che prendono Citalopram per trattare gli attacchi di panico trovano che la loro ansia peggiora durante le prime settimane di trattamento. Questo effetto di solito si esaurisce dopo poche settimane, ma parlatene comunque con il vostro medico se vi dà fastidio – una dose più bassa può aiutare a ridurre i sintomi.

Fluoxetina: un farmaco usato per trattare prevalentemente la depressione e il disturbo ossessivo-compulsivo

Per quanto poi attiene gli effetti collaterali comuni, che si verificano in più di 1 persona su 100, si tratta di:

  • bocca asciutta;
  • sudorazione;
  • non riuscire a dormire;
  • sensazione di sonnolenza;
  • sensazione di stanchezza o debolezza.

Gli effetti collaterali gravi sono rari, e si verificano in meno di 1 persona su 1.000. Avvisate immediatamente un medico se incontrate:

  • mal di testa, problemi di concentrazione, problemi di memoria, problemi di pensiero, debolezza, crisi o perdita di equilibrio;
  • pensieri su autolesionismo o suicidio;
  • dolore al petto, pressione o mancanza di respiro;
  • forti vertigini o svenimenti;
  • cambiamenti nelle mestruazioni come forti emorragie;
  • erezioni dolorose.

È inoltre possibile andare incontro a una grave reazione allergica, per quanto molto rara, contraddistinta da:

  • eruzione cutanea che include prurito, rosso, gonfiore, vesciche o desquamazione della pelle;
  • affanno;
  • difficoltà a respirare o a parlare;
  • gonfiore di bocca, viso, labbra, lingua e gola.

Citalopram in gravidanza e allattamento al seno

Citalopram in gravidanza

Se rimanete incinta mentre prendete Citalopram parlatene con il vostro medico. Ricordate che Citalopram è stato collegato ad un piccolo rischio accresciuto il vostro bambino: tuttavia, potrebbe comunque essere necessario prendere Citalopram durante la gravidanza, se ne avete bisogno per le vostre condizioni di salute. Il vostro medico potrà ben spiegare i rischi e i benefici, e vi aiuterà a decidere quale trattamento sia meglio per voi e per il vostro bambino.

Ricordate anche che Citalopram passa nel latte materno in piccole quantità ed è stato collegato con effetti collaterali solo in rari casi. Anche in questo caso, è però opportuna una piena condivisione con il vostro medico di fiducia.

Interazione di Citalopram come altre medicine

Alcuni farmaci e Citalopram possono interferire l’uno con l’altro e aumentare le possibilità di andare incontro a effetti collaterali. Informate il medico se state assumendo questi farmaci prima di iniziare Citalopram:

  • tutti i farmaci che influenzano il battito cardiaco – Citalopram può accelerare o cambiare il battito cardiaco;
  • qualsiasi altro farmaco per la depressione – alcuni antidepressivi raramente utilizzati possono interagire con Citalopram per favorire pressione sanguigna molto alta anche quando sono stati sospesi per alcune settimane;
  • rimedi erboristici e integratori a base di erbe.

Non prendete l’erba di San Giovanni, un rimedio a base di erbe per la depressione, mentre si è in trattamento con Citalopram, in potrebbe aumentare il rischio di effetti collaterali.