Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Corlentor, come trattare i sintomi dell’angina a lungo termine

Che cos’è Corlentor e come può essere utilizzato per poter trattare efficacemente i sintomi dell’angina a lungo termine.

Corlentor è un medicinale contenente il principio attivo ivabradina. È disponibile in commercio attraverso compresse color salmone (oblungo: 5 mg, triangolare: 7,5 mg). Le compresse da 5 mg hanno una linea di demarcazione che consente loro di essere divise in due metà uguali, ciascuna contenente 2,5 mg di ivabradina, per un dosaggio maggiormente in linea con le indicazioni del proprio medico di riferimento.

Per che cosa si usa Corlentor?

Corlentor è usato per trattare i sintomi dell’angina a lungo termine (dolori al petto, alla mandibola e alla schiena, causati dallo sforzo fisico e dovuti a problemi con il flusso di sangue al cuore). È usato negli adulti (di età pari o superiore a 18 anni) con malattia coronarica (ostruzione dei vasi sanguigni che forniscono il cuore) che hanno un ritmo sinusale normale (battito del cuore).

Può essere utilizzato per i seguenti pazienti:

  • pazienti che non possono assumere o tollerare beta-bloccanti (un altro tipo di medicinale per il trattamento dell’angina);
  • pazienti la cui malattia non è controllata da beta-bloccanti e la cui frequenza cardiaca è superiore a 60 battiti al minuto. Corlentor è in questo caso usato in combinazione con i beta-bloccanti.

Il medicinale può essere ottenuto solo con una prescrizione medica.

Come si usa Corlentor?

Come si usa Corlentor?

Corlentor viene assunto due volte al giorno durante i pasti, una volta al mattino e una volta alla sera.

La dose iniziale raccomandata è di 5 mg due volte al giorno, anche se 2,5 mg due volte al giorno possono essere utilizzati in pazienti di età superiore ai 75 anni, prima che la dose venga aumentata a 5 mg due volte al giorno. Dopo tre o quattro settimane di trattamento, la dose può essere aumentata a 7,5 mg due volte al giorno a seconda della risposta del paziente.

Come funziona Corlentor?

I sintomi dell’angina sono causati dal fatto che il cuore non riceve abbastanza sangue ossigenato. Nell’angina stabile, questi sintomi compaiono durante lo sforzo fisico. Il principio attivo di Corlentor, l’ivabradina, agisce sugli elementi che nel cuore controllano le contrazioni del cuore e regolano la frequenza cardiaca, permettendo al cuore di avere meno lavoro da fare e aver dunque minor bisogno di sangue ossigenato. Corlentor, quindi, è in grado di ridurre o di prevenire i sintomi dell’angina.

Quanto è efficace Corlentor?

Corlentor è stato studiato in cinque studi principali condotti su oltre 4000 adulti con angina stabile a lungo termine. Il medicinale è stato confrontato con placebo (trattamento fittizio) in 360 pazienti, atenololo (un beta-bloccante) in 939 pazienti e amlodipina (un altro medicinale usato per trattare l’angina) in 1.195 pazienti. È stato anche confrontato con il placebo come componente aggiuntivo di atenololo in 889 pazienti e come aggiunta a amlodipina in 728 pazienti. Ogni studio è durato da tre a quattro mesi. La principale misura dell’efficacia è stata il tempo in cui i pazienti potevano esercitarsi su una bicicletta o su un tapis roulant, misurati all’inizio e alla fine di ogni studio.

Ebbene, al termine di tali studi è emerso che Corlentor era più efficace del placebo nel migliorare la capacità di esercizio ed era efficace quanto l’atenololo e l’amlodipina. Corlentor era anche più efficace del placebo quando aggiunto ad atenololo. Tuttavia, l’aggiunta di Corlentor ad amlodipina non ha fornito un ulteriore vantaggio.

Effetti indesiderati di Corlentor

Effetti indesiderati di Corlentor

L’effetto indesiderato più comune di Corlentor (osservato in più di 1 paziente su 10) è la presenza di fenomeni luminosi o “fosfeni” (una luminosità temporanea nel campo visivo). Per l’elenco completo di tutti gli effetti indesiderati rilevati con Corlentor, invitiamo comunque a consultare attentamente il foglio illustrativo.

In ogni caso, Corlentor non deve essere usato in soggetti che potrebbero essere ipersensibili (allergici) all’ivabradina o ad uno qualsiasi degli altri ingredienti. Non deve essere usato in pazienti che hanno una frequenza cardiaca a riposo inferiore a 60 battiti al minuto, pressione sanguigna molto bassa, vari tipi di disturbi cardiaci (shock cardiogeno, disturbi del ritmo, infarto o insufficienza cardiaca) o gravi problemi al fegato. Non deve essere usato nelle donne in gravidanza o in allattamento. Per l’elenco completo delle restrizioni, è naturalmente preferibile consultare il foglio illustrativo. In ogni caso, è necessaria cautela se Corlentor viene assunto con altri medicinali.

Altre informazioni su Corlentor

Ricordiamo che Corlentor è considerato generalmente come un medicinale che ha un’efficacia sufficiente contro l’angina e un profilo di sicurezza accettabile per fornire un trattamento alternativo per i pazienti che non possono assumere beta-bloccanti o la cui malattia non può essere controllata attraverso loro.