Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Cortifluoral: consigli per l’uso e controindicazioni

Le infezioni della mucosa orale sono più comuni di quanto si pensa. Parliamo, infatti, di uno degli organi più delicati ed esposti alle infiammazioni e infezioni che, ogni giorno, fanno impazzire tantissime persone nel mondo.

È facile incorrere in problemi di gengive, afta e infiammazioni che provocano dolore e bruciore interno. Nei casi più gravi risulta impossibile mangiare correttamente. Ecco perché l’igiene orale viene raccomandata da tutti i dentisti e non solo.

Ma a volte stare attenti non basta ed è necessario ricorrere a dei farmaci che possano lenire e alleviare il problema.

Il Cortifluoral è un concentrato di antibiotico e cortisone prodotto dalla famosissima Bayer la quale ci presenta una soluzione per tutte quelle infezioni del cavo orale. Qualche esempio? Con il Cortifluoral è possibile curare parodontopatie, gengiviti, stomatiti ed eritemi.

Si presenta in un flacone da 10 ml e viene applicata direttamente sul problema.

Composizione chimica

I principi attivi del Cortifluoral sono il diflucortolone e la josamicina. Il primo appartiene alla famiglia dei cortisonici mentre il secondo interviene specificatamente nella mucosa orale come antibiotico. Per quanto riguarda gli eccipienti si possono leggere all’interno del foglietto illustrativo che si trova nella confezione; i principali sono i trigliceridi e gli acidi grassi saturi.

Dosaggio e somministrazione

Ricordando di seguire sempre le indicazioni del medico, la dose consigliata è di due applicazioni al giorno, mattina e sera. Nel caso di dolori acuti e insopportabili, è possibile applicare il Cortifluoral anche più volte durante le 24 ore.

Ma come si prende?

Il farmaco non va ingerito nel modo più assoluto. Funge soltanto per le irritazioni e le infiammazioni della mucosa orale. Va, quindi, applicato per mezzo di un cotton-fioc.

Controindicazioni e avvertenze, gravidanza

Come tutti i medicinali, il Cortifluoral non va applicato nel caso di allergie ai componenti dello stesso. Inoltre, è sconsigliata l’applicazione anche in caso di lesioni e ferite (per esempio, herpes).

Nel caso di gravidanza e allattamento, non sono previste controindicazioni ma è altamente consigliato rivolgersi al proprio medico prima di utilizzare il farmaco in questione. Nei bambini va utilizzato solo sotto il controllo del pediatra ed esclusivamente in caso di reale necessità.

Non risultano problemi di interazione tra farmaci, ma nel caso si stesse assumendo altri medicinali antistaminici è necessario informare il medico e chiedere se possono insorgere interferenze e fastidiosi effetti collaterali.

E a proposito di effetti collaterali, il Cortifluoral potrebbe provocare bruciori e irritazioni sulla zona interessata. Questi si manifestano raramente, ma sono piuttosto fastidiosi. Nel caso di manifestazioni, contattare il medico o raggiungere la farmacia più vicina.