Dentizione neonati sintomi: quali sono e come riconoscerli

356

In un precedente articolo abbiamo parlato di come affrontare lo sviluppo dei primi dentini. Oggi vogliamo approfondire i segnali della dentizione neonatale in modo che siate preparate e pronte a tutto.

Ogni bambino sperimenta il processo della dentizione in maniera differente. Alcuni non manifestano alcun sintomo, altri provano dolore anche per mesi. Ma per fortuna esistono dei segnali inconfondibili nella dentizione neonati che potranno aiutarvi a capire cosa sta accadendo al vostro bambino.

Quando cominciano a spuntare i primi denti?

Alcuni sintomi possono precedere la comparsa effettiva di un dente di ben due o tre mesi. In realtà non c’è un periodo effettivo ma la maggior parte dei bambini avrà il suo primo dentino verso i primi 6 mesi di vita. I primi ad apparire sono i due inferiori al centro, seguiti da quelli superiore. La dentizione neonati prosegue verso l’esterno, con gli incisivi laterali prima e dai molari poi. Infine, arrivano i canini su entrambi i lati degli incisivi e, per ultimi, i secondi molari in fondo.

Dentizione neonati: i sintomi più comuni

Dentizione neonati: i sintomi più comuni

Di seguito approfondiamo i segnali della dentizione neonatale. Ecco quali sono i sintomi da tenere sotto controllo.

Salivazione

La dentizione stimola la salivazione. Non si può fare niente per evitarlo, ma possiamo aiutare i bambini a sentirsi più puliti e a proprio agio. Come? Se notate una salivazione eccessiva che porta i vestiti del bambino a bagnarsi, potete usare un bavaglino anche quando non sta mangiando. Lo farà sentire più comodo e gli darà una fresca sensazione di pulito.
Ricordatevi anche di pulirgli il mento con delicatezza, la salivazione frequente può portare a fastidiose screpolature.

Eruzioni cutanee

Il gocciolamento costante dovuto dalla salivazione eccessiva può provocare sfregamenti, screpolature, arrossamenti ed eruzioni cutanee attorno alla bocca e al mento (a volte anche sul collo). Cercate di creare una barriera contro l’umidità utilizzando prodotti a base di vasellina e idratate la pelle con creme apposite e profumate, se necessario.

Tosse e/o riflesso del vomito

La saliva può provocare riflesso del vomito e anche la tosse. E, ancora più grave, il bambino con la bocca piena di saliva rischia il soffocamento. Ma questo non è motivo di preoccupazione se vostro figlio non mostra altri segni che indicano un raffreddore, un’influenza o un’allergia. Si tratta semplicemente di dentizione neonati e può essere alleviata senza problemi e senza rischi.

Morsi

La pressione dei denti attraverso le gengive provoca molto fastidio che può essere alleviato da una contro-pressione (masticazione). I bambini che iniziano la dentizione neonati masticano e mordono qualunque cosa che si trovano davanti, dai tipici anelli specifici alle dita e, per la sfortuna delle mamme, anche i capezzoli.

Pianto

Alcuni bambini non emettono un gemito, mentre altri soffrono parecchio a causa di una probabile infiammazione del tessuto gengivale tenero. Ma dato che non hanno modo di esprimere il proprio dolore con le parole, lo fanno con il pianto.
Quello che potete fare è contattare il vostro pediatra di fiducia e farvi raccomandare un antidolorifico per neonati che aiuti il piccolo a calmare il dolore.

Rifiuto del cibo

Anche il semplice momento del pasto può diventare molto fastidioso nella fase di dentizione neonati. Infatti, i movimenti della bocca possono rendere doloranti le gengive. Per questo motivo, il bambino può mostrare chiari segni di negazione nei confronti di ciò che riconosce come cibo. In questo caso, se la situazione persiste per un paio di giorni, chiamate il pediatra per i consigli più opportuni.

Sonno agitato

Purtroppo, il fastidio della dentizione neonatale non si presenta solo durante il giorno. Nel momento in cui il processo comincia il suo corso, il disagio può persino interrompere il suo riposo notturno. Come aiutarlo? Prima di intervenire, provate a riportarlo nel sonno cullandolo. Se non ci riuscire, provate con dei colpetti e ninnatelo. Evitate di tentare di calmarlo con una poppata.

Problemi alle orecchie

Dovete sapere che le orecchie e le guance condividono le stesse vie nervose, quindi i dolori gengivali possono viaggiare altrove e trasmettersi all’apparato uditivo. Quindi, se notate dei rigonfiamenti vicino all’orecchio e del rossore sulle guance, non allarmatevi: potrebbe essere semplicemente uno dei segnali della dentizione neonati.

Per concludere, il tipo e la gravità di questi sintomi variano notevolmente da bambino a bambino. Per qualcuno la dentizione significa passare attraverso forti dolori e pianti isterici, per altri vuol dire soltanto una salivazione eccessiva senza sofferenza. Tuttavia, si tratta di una fase che tutti abbiamo vissuto, necessaria allo sviluppo. Tutto quello che potete fare è aiutare il vostro bambino a superare il processo di dentizione neonati nel modo più tranquillo possibile, contribuendo ad alleviare il dolore e portandolo al giusto riposo.