Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Deursil, cosa è e per cosa si usa

Deursil è un medicinale che può essere utilizzato in una lunga serie di prescrizioni terapeutiche, principalmente legate alle situazioni di alterazione qualitativa o quantitativa della funzione biligenetica, come le forme di bile sovrasatura in colesterolo. Può inoltre essere utilizzato per cercare di contrastare la formazione di calcoli di colesterolo, oppure per poter realizzare la condizione idonea per poter favorire lo scioglimento di calcoli radiotrasparenti. Vediamo dunque insieme come si può utilizzare, quali sono i suoi componenti e quel che dovete sapere prima di procedere alla sua assunzione, sotto controllo del proprio medico curante.

Come usare Deursil

Deursil deve essere utilizzato seguendo le indicazioni del proprio medico di riferimento. In ogni caso, come da foglietto informativo, nelle ipotesi di utilizzo prolungato, la posologia media giornaliera sarà di 5-10 mg per kg di peso. Nella maggior parte dei casi, pertanto, la posologia sarà compresa tra i 300 e i 600 mg, dopo o durante i pasti, e la sera. La durata del trattamento è generalmente pari a 4-6 mesi, ma non sono escluse le ipotesi di preferenza per un trattamento anche superiore, fino a 12 mesi. Il trattamento deve essere poi proseguito per almeno 3 mesi dopo la scomparsa radiologica o ecografica dei calcoli già presenti. Il trattamento non deve comunque superare i 2 anni.

Per quanto attiene invece la terapia di mantenimento, sono sufficienti dosi di 300 mg al giorno, da suddividersi in 2-3 somministrazioni.

Deursil in gravidanza e in allattamento

Come tutti i medicinali, anche Deursil è controindicato nelle donne instato di gravidanza e in allattamento al seno. Pertanto, il trattamento nelle donne in età feconda dovrà essere intrapreso solo dietro condivisione con il proprio medico, e tenendo sempre presente la necessità di interromperlo in caso di gravidanza. Si ricorda inoltre che al momento non esistono dei dati secondo cui l’acido ursodessossicolico, principio attivo del Deursil, possa essere escreto nel latte umano: naturalmente, è opportuno somministrarlo con prudenza e particolare condivisione medica durante l’allattamento.

Sovradosaggio Deursil

Sovradosaggio Deursil

Per il momento, sostiene la casa farmaceutica, non sono noti casi di sovradosaggio di Deursil oltre 4 grammi al giorno, dose che pertanto viene considerata come ben tollerata dall’organismo umano. Naturalmente, nell’ipotesi in cui si ingerisca accidentalmente dell’acido ursodesossicolico in dosi superiori, è opportuno contattare il proprio medico o l’ospedlae per poter pianificare la realizzazione di quei provvedimenti che sono in genere consigliati nelle intossicazioni, somministrazione colestiramina, che può chelare gli acidi biliari.

Effetti indesiderati Deursil

Per il momento, la tollerabilità della sostanza alle dosi consigliate, nel nostro organismo, viene giudicata buona. Pertanto, solamente occasionalmente sono state riscontrati degli effetti indesiderati, che comunque spariscono prontamente interrompendo il trattamento e contattando il proprio medico di fiducia. Non vi sono inoltre evidenze che la sostanza assunta possa modificare la capacità di attenzione e i tempi di reazione.

Se desiderate saperne di più sul Deursil, sulle sue modalità di assunzione e sulle sue specificità terapeutiche, vi consigliamo naturalmente di parlarne con il vostro medico curante e condividere con lui ogni dubbio su tale farmaco.