pillola per il diabete

Una nuova rivoluzione si sta per abbattere sui pazienti diabetici, che tra breve potrebbero dare l’addio definitivo alle iniezioni, sostituite da più comode pillole da ingerire.

La Soma (questo il nome della pillola), recentemente descritta su Science dagli ideatori Carlo Giovanni Traverso, Robert Langer e Alex Abramson, potrebbe infatti candidarsi ad essere una delle più grandi innovazioni della storia nella lotta al diabete, mandando in archivio le iniezioni.

Le pillole Soma hanno infatti la caratteristica di veicolare dei microaghi lungo tutto il percorso del tubo digerente, andando così a somministrare la medicina direttamente nello stomaco. Insomma, si tratta di una sorta di compressa simile a quella che già utilizziamo per la cura di altre patologie, con la differenza che Soma contiene un ago di 0,3 milligrammi, dotato di insulina umana.

Il dispositivo è inoltre capace di auto-orientarsi, potendo così indirizzarsi automaticamente verso la parete dell’organo al di là del modo in cui atterrerà sullo stomaco. Solamente una volta che avrà aderito alla parete, effettuerà la sua iniezione.

Per il momento i test sugli animali hanno fornito un riscontro positivo, e gli studiosi sono fiduciosi che anche nell’uomo sarà in grado di rilasciare abbastanza insulina da abbassare lo zucchero nel sangue, con livelli paragonabili a quelli ottenibili con le tradizionali iniezioni cutanee.

Fonte

Diabete, è rivoluzione: con una pillola l’iniezione si “ingoierà” – ilmessaggero.it