Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Dieta del sondino per dimagrire: Ecco come funziona!

La dieta del Sondino è una tecnica di dimagrimento divulgata nel policlinico Umberto I di Romba dal professor Gianfranco Cappello a scopo medico.
Attraverso l’inserimento di una pompa elettrica portatile viene somministrata per via naso-enterale una soluzione composta da: sali minerali, amminoacidi e acqua. La persona poi, dovrà semplicemente digiunare.

La soluzione rilasciata nel corpo durante l’utilizzo del Sondino per dimagrire però non basta. Ecco allora che i medici consigliano di integrare anche tantissima acqua, prodotti multivitaminici e molti farmaci specifici che hanno lo scopo di proteggere la mucosa gastrica, la quale verrebbe attaccata al posto del cibo dai succhi gastrici. Non mancano poi i lassativi, per evitare che l’intestino si inattivi a causa della mancata presenza delle feci.

Abbiamo descritto in maniera molto sintetica i principi del sondino per dimagrire, andiamo adesso nel dettaglio cercando di dare risposta a quelle che sono le domande più comuni relative alla dieta del sondino.

Dieta del sondino: tempo di utilizzo di questo sondino per dimagrire

Dieta del sondino: tempo di utilizzo di questo sondino per dimagrire

L’alimentazione attraverso questo Sondino deve durare per una o due settimane. Un tempo davvero molto lungo se consideriamo la mancanza di una reale nutrizione. Ciò che fa oscillare la possibilità di protrarre la dieta da una a due settimane è la tollerabilità stessa del paziente.

Non basta tuttavia utilizzare il Sondino solo una volta. Andrà infatti adoperato a cicli alterni. Per 1-2 settimane la nutrizione avviene attraverso il macchinario, per 10-20 giorni invece, sarà necessario seguire una nutrizione alimentare “normale”.

Quanto peso si perde utilizzando il Sondino per dimagrire?

Chi decide di usufruire di questa dieta è ovviamente interessati alla parte concreta. Vuole sapere quanto dimagrirà.

Secondo i medici, con il trattamento NEC non si può perdere più dell’1% del peso corporeo ogni giorno. Ecco che una persona di 100 kg potrebbe perdere 1kg al giorno. Se seguisse la terapia per due intere settimane, perderebbe 14 kg.

Le controindicazioni del Sondino per dimagrire

Quando si parla di dieta, dovremo metterci sempre nell’ottica che i metodi drastici e invasivi per perdere peso non sono mai un bene, e sono sempre accompagnate da moltissime controindicazioni. La dieta del Sondino non fa eccezione. Non si tratta di essere scettici ma piuttosto di vedere obbiettivamente la situazione.

Il Sondino per dimagrire nasce come strumento medico, e fino a quando rimane in questo “ambito”, avrà sicuramente i suoi benefici per i pazienti che sono costretti ad utilizzarlo. Il problema nasce quando persone che non hanno bisogno di tale strumento, decidono di farne ricordo per dimagrire velocemente.

Trattandosi poi di una dieta che riesce a mantenere basso il senso della fame, alcune persone restano molto attratte dal sondino. La conseguenza però è una produzione eccessiva di corpi chetonici (sostanze chimiche che in condizioni normali sono riscontrabili in dosi minime, in condizioni patologiche invece, si accumulano)  a causa del catabolismo troppo alto degli acidi grassi.  Questo aumento dei corpi chetonici, smaltiti facilmente in condizioni di buona salute, si accumulano pericolosamente nel sangue, presentando poi i seguenti sintomi:

  • Dolore addominale d’intensità variabile
  • Disidratazione
  • Stati febbrili
  • Nausea e vomito
  • Tachicardia
  • Perdita della massa muscolare
  • Ipotensione
  • Disfunzioni celebrali

Tuttavia molte persone riescono a passare sopra agli effetti collaterali sopra descritti. Ciò che ignorano però è l’alta percentuale di possibilità di riprendere il peso iniziale. Questo perché si tratta di una pratica estrema e spesso essendo i soggetti che si affidano al Sondino per dimagrire persone con i disturbi alimentari, molto probabilmente nel periodo di “fermo” mangeranno troppo e male.

Le controindicazioni del Sondino per dimagrire

La dieta del Sondino è una di quelle pratiche usate per dimagrire altamente diseducative. Il messaggio che manda alle persone è infatti distolto. Non educa l’individuo a mangiar bene, nelle giuste quantità e all’allenamento fisico. Il Sondino crea l’illusione che l’unico metodo per perdere realmente peso è digiunare, ignorando l’importanza che l’attività fisica ha per il corpo.

Come abbiamo appena visto, egli effetti collaterali del sondino per dimagrire sono tanti ed anche gravi. Si tratta di uno strumento che non andrebbe utilizzato, almeno che non sia necessario per salvaguardare in un momento specifico della vita di un individuo la sua salute, ma di certo non deve diventarne nemico.