Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Emoglobina alta: sintomi e possibili cause

Seguici in questo articolo e vediamo insieme cosa può indicare un valore di emoglobina alta e cosa possiamo fare per prevenirla o curarla. Innanzitutto, rima di parlare di emoglobina alta, due parole sull’emoglobina in generale.

L’emoglobina altro non è che una proteina, ed è proprio grazie alla presenza nel sangue di questa proteina che gli eritrociti (i globuli rossi) riescono a trasportare l’ossigeno in ogni tessuto del corpo umano a partire dai polmoni. Questa definizione potrebbe indurre a ritenere che quanto più elevata è la presenza di questa proteina nel sangue, tanto più elevata è anche l’ossigenazione dei nostri tessuti. Ed in realtà, in una certa ottica, si può affermare che la presenza di elevati valori di emoglobina è attribuibile ad una più elevata ossigenazione, però è anche vero che questa viene sollecitata solo in alcune situazioni definibili “d’emergenza”.

Perché l’emoglobina alta?

Perché l’emoglobina alta?

In parole povere l’emoglobina alta è un metodo con cui l’organismo reagisce ad una situazione di mancanza di ossigeno laddove dovrebbe essere presente nel corpo umano, all’anossia. La mancanza o scarsezza di ossigeno può dipendere da molteplici cause, a partire dal fatto di essere un fumatore, più o meno incallito, fino al fatto di trovarsi in alta montagna, laddove l’aria è più rarefatta, appunta, con meno ossigeno. Ecco, entrambe queste situazioni, ad esempio, abbassando i livelli di ossigenazione del sangue, inducono nell’organismo umano, come reazione, una maggiore produzione di emoglobina perché, grazie alle funzioni di questa proteina, si elevi la quantità di ossigeno fino a raggiungere i livelli di ossigenazione standard. Si pensi che una sola molecola di emoglobina è capace del trasporto di ben quattro molecole di ossigeno.

Anche l’essersi disidratati può generare un valore di emoglobina alta, però in questo caso sarà sufficiente bere le dovute quantità di bevande per ripristinare i giusti livelli di emoglobina nel sangue.

Occorre però sottolineare che oltre a cause come quelle che abbiamo visto sino a qui e ad altre che non devono destare preoccupazione, a poter originare valori di emoglobina alta esistono anche patologie gravi o addirittura molto gravi, tra le quali val la pena di ricordare la fibrosi polmonare, le malattie cardiache congenite e le malattie del midollo osseo. Resta inteso che in caso si sia in presenza di una di queste patologie gravi non sarà il valore dell’emoglobina ad essere l’unico fuori dal range standard, ad essere l’unico alterato.

I valori normali di emoglobina

valori normali di emoglobina

Fino a questo punto abbiamo parlato di “emoglobina alta”, ma quali sono i valori per la quale l’emoglobina si può definire alta? Ovviamente per saperlo occorre sapere quali sono gli intervalli cosiddetti “di riferimento”, quei valori, quindi, all’interno dei quali il valore d’emoglobina nel sangue sarà fisiologico. Questi valori dipendono dal sesso, dall’età del soggetto e, se parliamo di donne, anche un’eventuale stato di gravidanza.

Di seguito i valori di riferimento in base all’età, al sesso ed ad un eventuale stato interessante nella donna:

  1. Uomo adulto > 8- 18.0 g/dL
  2. Donna adulta > 12.1-15.1 g/dL
  3. Donna adulta in stato di gravidanza: 11-14 g/dL
  4. Bambini (di qualsiasi sesso): 11-16 g/dL

Quindi, come per qualsiasi altra sostanza e/o molecola presente nel sangue, un alto valore di concentrazione ematica dell’emoglobina, e cioè un valore che superi i limiti massimi sopra esposti, può essere l’indice di una mancanza di ossigeno, oppure di un disturbo, più o meno grave, dei polmoni, o di qualche malattia cardiaca, polmonare o del midollo osseo.

Naturalmente ci teniamo a sottolineare che è SEMPRE indispensabile che le cause di un valore di emoglobina alta, così come di qualsiasi altra anomalia rilevata da un esame diagnostico, sia un medico a trovarle: non appena doveste avvertire un sintomo che può indurvi a pensare a mancanza di ossigeno (o a qualsiasi altro disturbo riteniate non lieve e passeggero), rivolgetevi QUANTO PRIMA al vostro medico di fiducia.