Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Eruzione cutanea: che cos’è, le tipologie e che cosa puoi fare per migliorare la situazione e prevenirla

Che cos’è un eruzione cutanea? Ecco come puoi riconoscerla e come capire quali sono state le cause per cui ti è comparsa. Le cause, come i rimedi sono diversi.

I cambiamenti anomali nel colore e nella consistenza dell’epidermide che ha come conseguenza protuberanze o macchie di colore rosso più o meno diffuse viene definita eruzione cutanea.
Le cause delle eruzioni cutanee sono parecchie, reazioni allergiche, farmaci, funghi della pelle, infezioni batteriche o virali ma anche malattie croniche; questo tipo di infiammazione della pelle della pelle viene anche definito rash cutaneo.

Categorie di eruzioni cutanee

Le categorie di rash cutanei più comuni sono le seguenti:

Foruncolo: si forma quando il follicolo pilifero si infiamma a causa di batteri come ad esempio gli stafilococchi.

Vescicola: questa sporgenza della cute può essere causata dalla varicella, herpes zoster o punture d’insetto, contiene del liquido.

Bolla: vengono così definite le vescicole più grandi.

Ulcera: quando l’erosione della cute è così profonda da interessare anche la parte più profonda della pelle cioè il derma abbiamo un Ulcera, è causata da infezioni di vario tipo.

Pustola: quando la vescicola contiene del pus viene così definita.

Ponfo: quando una parte della pelle si gonfia ed ha un aspetto molle e gonfio siamo alla presenza di un Ponfo, di solito compare e scompare molto velocemente, è conseguenza di punture d’insetto, di reazioni allergiche a farmaci o sostanze con le quali entra in contatto la nostra pelle.

Squama: le cellule epidermiche morte concentrate in una zona portano alla squama, è conseguenza della dermatite seborroica, è comune nei giovani e nella psoriasi.

Placca: da non confondere con la squama è una concentrazione di sporgenze che possono apparire piatte o rilevate.

Macula: quando la pelle presenta una chiazza piatta di colore diverso dalla pelle circostante abbiamo una macula come quella degli angiomi.

Eruzione-Cutanea-Da-Calore-Guida

Cause degli eritemi cutanei

Una delle cause più comuni delle eruzioni cutanee sono le malattie infiammatorie della pelle, ecco brevemente le più comuni e conosciute:

Psoriasi: Questa malattia cronica può colpire qualunque fascia di età, le zone più colpite sono gomiti, ginocchia, glutei e cuoio capelluto, si caratterizza da piccole placche squamose e a rilievo, quando le placche si uniscono possono arrivare a coprire anche zone ampie dell’epidermide; possono essere asintomatiche o provocare prurito.

Acne: è caratterizzata dalla comparsa su volto e tronco di foruncoli, quando il sebo è prodotto in eccesso si accumula nel follicolo pilifero, a causa di batteri provoca pus e pustole. E’ molto comune nei giovani nel periodo della pubertà, di solito scompare con lo sviluppo definitivo, l’acne nella forma più grave può lasciare delle cicatrici anche profonde.

Eczema: può colpire persone di tutte le età, si presenta con grandi chiazze sulla pelle di forma circolare che si ricoprono di vescicole e papule che poi formano una crosta, le zone più colpite sono gambe, braccia glutei e dorso.

Infezioni della pelle

Le infezioni che colpiscono l’epidermide hanno origine da funghi, batteri, virus o parassiti.

Candida: è un lievito che infetta di solito le aree più umide della pelle come i genitali, la bocca le ascelle, l’ano ed in genere le mucose, a seconda della zona colpita causa lacerazioni ed eruzioni cutanee.

Streptococco: esistono vari tipi di infezioni cutanee da streptococchi come L’ Erisipela, lo Stafilococco Aureus che può causare la follicolite, l’Impetigine e la Sindrome stafilococcica della cute ustionata.

Herpes: l’Herpes Simplex è quello più comune, provoca eruzioni cutanee spesso ricorrenti con piccole vescicole dolorose piene di liquido, l’Herpes zoster è causato dal virus della Varicella e si sviluppa anche dopo molti anni dall’infezione di questa comune malattia esantematica. Di solito si presenta quando il sistema immunitario viene fortemente indebolito da un altra malattia, è infatti comune nel virus dell’Aids.

Toxoplasmosi: questa infezione è causata da un parassita il toxoplasma gondii, è molto pericoloso per chi è malato di AIDS e Cancro, nonché nel feto.

Tutte le malattie esantematiche provocano delle eruzioni cutanee di diversa entità:

Morbillo: l’eruzione cutanea compare in tutto il corpo partendo dal collo e dalle orecchie, quando si diffonde al tronco e agli atri inizia a sparire dal volto, provoca prurito.

Scarlattina: è causata da uno streptococco, l’eruzione cutanea che ne consegue è di colore rosso vivo specialmente sull’addome, può causare pieghe cutanee.

Varicella: causata da un virus, il varicella-zoster provoca delle piccole pustole a rilevo su tutto il corpo e provoca parecchio prurito, se le pustole si infettano possono causare l’Erisipela.

Rosolia: L’eruzione cutanea è lieve e si presenta con delle macchie rosse completamente indolori.

Altre malattie che causano rash cutanei sono quelle che colpiscono il sistema immunitario come il Lichen Planus ed il Lupus Eritematoso sistemico.