Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Fanghi anticellulite per combattere gli inestetismi della pelle

I fanghi anticellulite hanno lo scopo di contrastare gli inestetismi della cellulite, le adiposità localizzate e la pelle a buccia di arancia, che spesso accompagnano le nostre vite, in particolare delle donne, di cui sono il nemico numero uno dal punto di vista estetico, soprattutto prima della famigerata prova costume estiva, momento di terrore di tutto il sesso femminile.

In base al tipo di cellulite che si presenta sul corpo, il trattamento dei fanghi varia, e principalmente sono composti da tre parti: una frazione solida, che comprende argilla ed alghe; una frazione attiva, composta da principi attivi che contrastano la cellulite come la centella asiatica, l’edera, il pungitopo, e l’ippocastano; e per finire una frazione liquida, dove sono presenti le acque termali, ricchissime di sostanze utili alla nostra pelle, e con cui i fanghi restano in contatto per un lungo periodo, nutrendosene di conseguenza.

Benefici

I fanghi anticellulite, sono particolarmente utili per contrastare la pelle a buccia di arancia, ed una volta applicato il trattamento, grazie al calore che emana il fango, si riattiva la microcircolazione locale, mediante le proprietà vasotiniche degli oli essenziali che sono presenti nell’impasto. Il fango arricchito, fa aumentare la resistenza delle pareti delle cellule, contrasta il ristagno dei liquidi in eccesso che si formano negli interstizi, e diminuisce la permeabilità. Questa funzione che prende il nome di “antiedemigena”, può essere fortificata da ulteriori principi attivi che si trovano nel fango terapeutico, come ad esempio l’escina che si estrae dall’ippocastano.

Benefici

Le proprietà anticellulite del fango, vengono sfruttate anche per stimolare il ripristino dell’equilibrio degli scambi ionici e del metabolismo epidermico dei lipidi. Tramite il fango, la pelle viene nutrita da principi funzionali, ed è in grado di assorbire le tossine in eccesso, fa aumentare la temperatura corporea, favorisce le ghiandole sudoripare, e favorisce la microcircolazione sanguigna. Questi benefici migliorano l’aspetto della polpa e mano a mano riduco i fastidiosi inestetismi, principalmente nemiche del sesso femminile. Le proprietà tipiche dell’argilla vengono sfruttate in maniera erudita nel trattamento a base di fanghi termali, perché l’argilla apporta l’elasticità ai tessuti, purificando contemporaneamente la pelle dalle tossine, nemiche del nostro organismo. Questi trattamenti sono molto apprezzati perché già dalla prima settimana di applicazione si vedono i risultati, infatti la pelle risulta essere subito più liscia, elastica e tonica.

Applicazione

Applicazione

I fanghi anticellulite se abbinati ad un’alimentazione corretta ed attività fisica costante, possono avere risultati positivi ed evidenti sulla nostra pelle. I trattamenti per contrastare la cellulite sono i più richiesti nei centri termali ed estetici, insieme a quelli depurativi e antiacne. Prima di sottoporsi al trattamento bisogna fare una doccia ben calda, per eliminare le impurità, e quindi, una volta pulito ed asciugato accuratamente il corpo, si è pronti per l’applicazione dei fanghi.

Il trattamento anticellulite prevede tendenzialmente l’applicazione solo nella zona interessata, per questo la pasta argillosa verrà spalmata solo sui fianchi, glutei, cosce, addome, o nella zona da voi desiderata. Questo composto si distribuisce mediante l’utilizzo di un pennellino speciale dalle setole morbide, seguito da un massaggio energetico circolare, in maniera tale da favorire l’azione terapeutica del fango, stimolando la microcircolazione.

Una volta applicato, il fango deve restare in posa per circa 40 minuti, dopodiché sarà necessario farsi una doccia tiepida per eliminare la maschera argillosa. Il trattamento si completata facendo riposare il cliente per circa un’ora, con un telo caldo sulla pelle, in maniera tale da allontanare lo stress e favorire la sudorazione. Potete realizzare facilmente in casa i fanghi anticellulite, e per farlo vi occorrono: 1 cucchiaio di polvere di argilla, 50 grammi di alghe brune, ovvero alga kelp in polvere, acqua termale quanto basta fino al raggiungimento di un composto denso e non troppo liquido. Se volete rendere il vostro fango fai da te funzionale, potete aggiungere all’impasto qualche goccia di olio essenziale di centella asiatica, pungitopo e rosmarino. Se non siete riusciti a procurarvi le essenze che abbiamo elencato sopra, in alternativa potete aggiungere una tazzina di caffè ristretto freddo. La caffeina possiede moltissime proprietà lipolitiche ed antiedemigene, stimola il drenaggio dei liquidi che ristagnano sotto la cute, e li rimuove completamente.

Come abbiamo visto, i fanghi anticellulite sono un valido aiuto per contrastare questo inestetismo, che si forma a causa di ritenzione idrica che ristagna sotto la cute ,e se abbinato ad attività fisica costante ed una dieta ricca di frutta e verdura, i risultati saranno immediati.