Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Ferritina alta, cosa vuol dire e come giungere a valori normali

La ferritina è una proteina che ha il principale compito di immagazzinare il ferro necessario per il buon funzionamento del nostro organismo. Quando la ferritina è alta, ovvero è al di sopra dei valori di riferimento “ordinari”, potrebbe segnalare la presenza di uno stato infiammatorio. Cerchiamo allora di comprendere quali siano le caratteristiche di questa condizione, come poter effettuare gli accertamenti per poter giungere a una diagnosi di qualche eventuale stato infiammatorio in corso, e come poter tornare a livelli “normali”.

Cosa è la ferritina

Prima di spingerci oltre, ricordiamo che la ferritina NON è il ferro, come pensano molti, ma una proteina che immagazzina il ferro, rilasciandolo al nostro organismo quando questo ne ha bisogno. Di norma la ferritina si accumula celle cellule dell’organismo e solamente una piccola quantità circola nel sangue.

Test ferritina

Il test sulla ferritina, realizzato per poter comprendere i suoi livelli nel sangue, viene realizzato con un prelievo di una piccola quantità di sangue, utile per poter giungere all’analisi precisa dei livelli di ferritina al suo interno. A seconda delle necessità, è possibile che il medico richieda di non mangiare per almeno 12 ore prima che il sangue venga prelevato: per questo motivo il prelievo viene generalmente effettuato di prima mattina.

Valori normali ferritina

Valori normali ferritina

Anche se i valori di riferimento possono variare da laboratorio a laboratorio, è possibile ricordare come gli intervalli “tipici” della ferritina nel sangue siano da 24 a 336 nanogrammi per millilitro negli uomini, e da 11 a 307 nanogrammi per millilitro nelle donne.

Cause ferritina alta

Sulla base di quanto sopra, è possibile parlare di ferritina alta quando i valori riscontrati nel campione del proprio sangue sono superiori ai valori normali, di un margine ritenuto significativo. Per quanto attiene le cause della ferritina alta, è possibile ricordare che livelli troppo elevati possono indicare alcune condizioni come l’emocromatosi, uno scenario in cui il corpo tende ad assorbire troppo ferro. Altre situazioni in grado di determinare valori elevati di ferritina sono l’artrite reumatoide, alcune malattie del fegato, l’ipertiroidismo.Non bisogna tuttavia dimenticare che secondo diversi studi le cause più comuni della ferritina alta risiederebbero nell’obesità e nell’assunzione quotidiana di alcol.

Sintomi ferritina alta

Cause ferritina alta

I sintomi principali di un eccesso di ferritina sono il mal di stomaco, i dolori al petto, una sensazione di debolezza prolungata, i dolori alle articolazioni.

Cura ferritina alta

La terapia per poter curare la ferritina alta deve naturalmente essere prescritta da uno specialista, e prevede principalmente l’effettuazione di prelievi periodici di sangue, al fine di rimuovere i globuli rossi ricchi di ferro dall’organismo, stimolandolo quindi a produrre nuovi globuli rossi sani. Un altro intervento per poter permettere ai livelli di ferritina di stabilizzarsi su valori normali è anche quello di seguire una buona dieta a basso contenuto di ferro e di sostanze chelanti, che legano il ferro e ne permettono l’eliminazione mediante le urine.

Ferritina alta e alimentazione

Chiudiamo questo nostro approfondimento sulla ferritina alta proprio con un richiamo all’importanza dell’alimentazione, visto e considerato che spesso valori elevati di ferritina sono correlati a un sovraccarico di ferro nel sangue. Pertanto, in caso di ferritina alta può essere certamente d’aiuto procedere a curare al meglio l’alimentazione, evitando l’assunzione di integratori di ferro, incrementando il consumo di frutta e di verdura. Diviene altresì importante cercare di effettuare delle attività fisiche costanti come la bici, la corsa e il nuoto.